Rumors

Google Play Music All Access: arrivano nuove conferme sul lancio in App Store

Google vuole a tutti i costi portare la sua nuova applicazione per lo streaming musicale online anche sui dispositivi Apple, ed oggi arrivano ulteriori conferme a riguardo direttamente da Sundar Pichai, SVP Google. Sembra quindi che Google rafforzi sempre più la propria presenza all’interno dell’App Store.

iphone 5 play music

Il servizio di streaming Google Play Music All Access, presentato ufficialmente all’inizio di questo mese al Google I/O, arriverà presto anche in iOS. A confermarlo è il Senior Vice President Google, Sundar Pichai, il quale ha rilasciato interessanti dichiarazioni durante la sua intervista alla conferenza D11 con Walt Mossberg. Il servizio farà il suo esordio su iOS nelle prossime settimane.

Secondo quanto detto da Pichai, il servizio deve risultare “universalmente accessibile, e quindi se c’è una massa di utenti che usa diverse piattaforme, noi dobbiamo investire affinchè tutti possano godere del nostro servizio“. Ovviamente non conferma ufficialmente quando o se l’applicazione sbarcherà su iOS, ma sicuramente ha lasciato intendere che sarà solo questione di tempo affinchè il servizio sbarchi in App Store.

Per gli utenti che inizieranno ad usufruire della prova gratuita entro il 30 giugno, il servizio costa 7.99 dollari al mese, e di 9.99 dollari al mese per gli utenti che lo inizieranno ad usare dopo tale data. Google Play Music All Access è stato progettato per competere con Spotify, fornendo brani “on-demand”, che possono essere ascoltati in streaming sia su computer che dispositivo mobile.

Via | MacRumors

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!