App Store

WeChat sfida WhatsApp: l’app per chattare approda anche in Italia e balza prima in classifica

[app_414478124]

Grazie ad una massiva pubblicità sulle reti televisive italiane, con uno spot che vede protagonista il calciatore argentino Lionel Messi, WeChat balza al primo posto in classifica delle applicazioni più scaricate. WhatsApp, regina incontrastata della chat su smartphone, ha le ore contate?

wechat messi

Fino a pochi giorni fa sembrava impossibile pensare ad un’alternativa a WhatsApp, ormai diffusissima su tutti i dispositivi di qualsiasi piattaforma software. Eppure è basta una pubblicità persuasiva ed alcune funzioni aggiuntive a permettere a WeChat di ritagliarsi una fetta sostanziosa della comunicazione mobile.

Ma andiamo con ordine. Cos’è WeChat? E’ un’applicazione disponibile per iOS, Android, BlackBerry, Windows Phone, Symbian e Pc che permette di comunicare in qualsiasi modo con i nostri amici, ma anche di fare nuove conoscenze. Come WhatsApp oltre ad i messaggi di testo, WeChat permette infatti di inviare e ricevere note vocali, immagini, video, dati posizione.

[appscreens_414478124]

Ma allora qual è la differenza con WhatsApp? Innanzitutto le Chiamate Video, con cui potremo vedere e sentire dal vivo i nostri amici. Poi c’è la funzione Cerca nei dintorni che permette di trovare le persone vicino a te che usano WeChat. In questo modo potremo scegliere una persona, che ci sembra interessante dalla foto profilo, ed inviare un saluto per iniziare a fare amicizia.

wechat1 wechat 2

Come se non bastasse, WeChat integra anche una bacheca, chiamata Momenti,  in cui è possibile postare le foto di ciò che stiamo facendo. Infine ci sono numerose emoticons, simili agli sticker introdotti da Facebook e, caratteristica di non poca importanza, è completamente gratuita.

wechat 4 wechat 3

WeChat integra quindi in una sola applicazione, funzioni già disponibili per gli smartphone, ma da applicazioni diverse come WhatsApp, Viber, Skype, Facebook, Instagram e Meetic. In un momento in cui WhatsApp inizia a chiedere 89 centesimi all’anno, per gli utenti Android e per i nuovi utenti iOS, questa nuova applicazione potrebbe diventare il nuovo punto di riferimento per la comunicazione tra smartphone.

WeChat non nasce oggi. E’ entrata negli store digitali europei da poco, ma ha già 400 milioni di utenti che la utilizzano, di cui 195 milioni solo in Cina. L’applicazione infatti è di proprietà della cinese Tencent Holding, tra i dieci siti più popolari al mondo, che offre innumerevoli servizi web che spaziano dal social network, giochi, messaggistica e così via. La società, non contenta dei suoi numerosi utenti in Cin, India, Malesia, Messico e Filippine, ha ingaggiato Messi come testimonial per conquistare anche il pubblico europeo.

A voi la parola.  Pensate sia possibile per WeChat, con una pubblicità mirata ed alcune utili funzionalità aggiuntive rispetto a WhatsApp, scalzare quest’ultima dal predominio dell’instant messaging per smartphone e tablet?

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!