Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

WWDC 2014: Con iOS 8 e Family Sharing i genitori potranno controllare gli acquisti dei figli
Notizie

WWDC 2014: Con iOS 8 e Family Sharing i genitori potranno controllare gli acquisti dei figli 

Nel corso del WWDC 2014, Apple ha presentato una nuova funzione, Family Sharing, che permetterà di collegare, in un sistema chiuso, fino a 6 dispositivi e controllare anche i componenti più piccoli della famiglia.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

hero2

Family Sharing è un sistema chiuso e ristretto che permette, e promette, di creare armonia nella vita digitale di una famiglia.

Una volta configurato il Family Sharing, collegando fino a 6 dispositivi, potremo visualizzare non solo gli acquisti del nostro account ma anche quelli degli altri, il tutto però senza condividere ne account ne password. Le app acquistate su un dispositivo inoltre saranno disponibili gratuitamente sugli altri.

Potranno essere condivise anche le foto e i video che verranno organizzati secondo un vero e proprio album di famiglia, il tutto sempre su device separati. Anche i calendari saranno aggiornabili da ogni device, in modo da rendere più semplice l’organizzazione di eventi o altro.

La possibilità di poter visualizzare su una mappa dove siano gli altri componenti della famiglia è un servizio interessante, soprattutto per controllare i più piccoli. E molto probabilmente è stata pensata proprio per i più piccoli la funzione secondo la quale è necessario inviare una notifica, chiedendo quindi il permesso, per effettuare un’acquisto. In questo senso probabilmente Apple è corsa ai ripari creando un sistema per permettere ai genitori di controllare i propri figli, e soprattutto i loro acquisti, dopo i problemi con gli acquisti in-app fatti dai minorenni che prosciugavano le carte di credito dei genitori, e dopo la ‘multa’ milionaria.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.