AppleApple MusicNotizie

Taylor Swift vieta la distribuzione del suo album “1989” anche su Apple Music

Tutti coloro che utilizzano servizi di streaming multimediale per fruire della loro musica preferita, in particolare su Spotify, avranno probabilmente notato l’assenza della popolare cantautrice statunitense Taylor Swift. A quanto pare, nemmeno Apple Music è riuscita a far cambiare idea alla Swift.

ts1989

La notizia appare di carattere abbastanza ufficiale soprattutto se consideriamo che, come riportato da BuzzFeed, pare essere confermata da Apple e Machine Records, l’etichetta discografica della Swift. Nello specifico, l’assenza nel catalogo multimediale riguarderà l’ultimo album intitolato “1989” ma pare non coinvolgerà vecchi lavori che, come su Rdio e Tidal, resteranno ascoltabili. Proprio per la presenza di questi contenuti su altri portali però Apple Music ha mancato un’occasione per dimostrarsi diverso dalla maggior parte della concorrenza.

La presenza dell’album sarebbe stata decisamente utile al fine di lanciare Apple Music in modo adeguato non solo perché 1989 è stato record di vendite nel 2014 e pare continuare così anche nel 2015, ma anche perché Swift ha basato il suo tour mondiale proprio su quest’album.

Ad inizio mese vi abbiamo riportato la notizia riguardante la presenza parziale su Apple Music del catalogo iTunes. I Beatles purtroppo rientrano tra gli artisti che gli utenti non potranno ascoltare utilizzando il nuovo servizio, e oggi, alla band britannica, si aggiunge quindi anche l’album ricco di Hit ‘1989’ di Taylor Swift. Rischiano inoltre di non essere inclusi nel servizio anche numerosi artisti sotto contratto con etichette discografiche indipendenti, come Adele e Arctic Monkeys.

Via | iDownloadBlog

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!