Notizie

Uber assume gli hacker responsabili dell’attacco a Chrysler

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Se seguiamo le notizie dei principali portali di  tecnologia, possiamo vedere come l’attenzione dei big del settore informatico, Apple compresa, si stia spostando in modo interessante verso il settore automobilistico. Nel mondo dei trasporti, ultimamente, uno dei nomi più ascoltati è Uber, il servizio di taxi privato che fa ancora parlare di se assumendo gli hacker responsabili di un attacco a Chrysler.

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.


uber chrysler hacker

Charlie Miller e Chris Valasek sono due hacker che nelle scorse settimane hanno dimostrato di poter controllare in remoto alcuni veicoli prodotti da Chrysler manomettendo la WiFi dei veicoli. Nello specifico gli hacker riuscirono ad accendere e spegnere i veicoli nonché ad attivare i freni ed altre operazioni simili.

La straordinaria impresa ha attirato non poco l’attenzione di Uber che, così come Apple e Google, trova l’idea della progettazione di veicoli automatizzati molto allettante. I due hacker si uniranno ora all’Advanced Technologies Center, settore dell’azienda in cui lavorano già esperti provenienti dalla Carnegie Mellon University.

Via | Wired

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Back to top button

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.