Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

ConcorrenzaNotizie

Samsung: bloccato il mandato di arresto per Jay Y. Lee

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Il tribunale di Seul ha deciso di sospendere l’arresto di Jay Y. Lee, erede universale di Samsung, che nei giorni scorsi era stato accusato di corruzione durante le indagini che hanno portato all’impeachment della presidente Park Geun-Hye.

La decisione, spiega un portavoce della Procura di Seul, è stata obbligata a causa della mancanza di prove contro il capo della multinazionale sudcoreana che, come LG, Lotte, Sk e Hyundai, è stata coinvolta nello scandalo.

Nonostante questa rinuncia, le indagini continuano ed emergono nuovi particolari e personaggi che infittiscono la trama.

Fra quelli più controversi compare una certa Chi Soon-Sil ribattezzata “la Rasputin sudcoreana” che, pur non avendo alcun incarico ufficiale ha sfruttato l’amicizia con il presidente Park per estorcere denaro ai grandi gruppi industriali del paese.

 

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Continua a leggere..

Back to top button
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.