Gangstar Rio: City of Saints. Scopriamo il lato oscuro del Brasile in un avvincente action game | Recensione iSpazio

Immagine per Gangstar Rio: City of Saints

Gangstar Rio: City of Saints

Gameloft
(4.5)
7,99 €

L’amatissima serie Gangstar arriva al suo terzo capitolo con Gangstar Rio: City of Saints. Ambientata a Rio de Janeiro, in Brasile, è la storia di un gangster della mala vita locale che, nel tentativo di uscire dal tunnel della delinquenza, finirà per mettersi contro la propria gang e costretto a cominciare una nuova vita. Affascinante e ben fatto, come d’altronde tutti i titoli della ormai affermatissima Gameloft, è un must per gli amanti del genere. Noi l’abbiamo provato e vi raccontiamo le nostre impressioni.

Posso affermare con una certa sicurezza che Rio de Janeiro e il Brasile vadano di moda. Sono diversi i titoli importanti ambientati nel paese sudamericano: da Angry Birds Rio al prossimo Max Payne, fino ad arrivare a Gangstar. In effetti il Brasie e in particolare Rio, sono luoghi affascinanti, dai mille colori e che forse nascondono tante facce, alcune delle quali sono messe in mostra da City of Saints. Scopriremo Rio dalla downtown fino alla periferia, dove i particolari grafici metteranno in mostra le famose e malfamate favelas.

Il gioco prende davvero molto dalla saga GTA, con modalità di gioco e grafica (seppur più rudimentale) che mettono i due giochi su un piano molto vicino. Chiaramente ci troviamo su due ambientazioni diverse (console e iDevice), ma il risultato sono comunque ore di puro divertimento.

Completamente in 3D, dalle ambientazioni di città agli interni degli edifici, Gangstar Rio non porta grossi cambiamenti a livello grafico e di giocabilità rispetto al predecessore Miami Vindication. Presentà però oltre 60 missioni in cui dovremo destreggiarci tra omicidi, furti, spostamenti di denaro e partite di droga… insomma cose da tutti i giorni.

Il gampelay è abbastanza fluido, anche se su iPhone 4 e iPod Touch, quando la grafica si fa più pesante e si gioca da un po’, può fare qualche scatto che tuttavia non rovina nulla del bellissimo gioco. La migliore esperienza si avrà sicuramente su iPhone 4S ed iPad 2.

Gangstar Rio si adatta praticamente ad ogni tipo di giocatore in termini di giocabilità, grazie alla possibilità di modificare i comandi scegliendo tra accelerometro e pad virtuale e calibrandone anche la sensibilità. Sono diverse le combinazioni e, nonostante l’accelerometro offra sicuramente una bella esperienza di gioco, in termini pratici ho preferito i pad virtuali.

 

La mappa all’interno della quale ci troveremo è abbastanza ampia, saranno 5 i quartieri in cui dovremo operare con le nostre missioni malavitose, i tantissimi veicoli a disposizione (velivoli compresi) e tante armi diverse, il tutto accompagnato dalle colonne sonore delle radio in sottofondo. Quando il gioco comincerà ad ingranare, offrendo quello che poi è il vero divertimento per gli utenti (missioni più ardue ma soprattutto veicoli da vera guerra), giocare sarà una droga.

 

Inoltre, novità di questo capitolo è la possibilità di personalizzare il nostro aspetto e i nostri vestiti, particolari che ci consentono ancor di più di modellare il gioco su misura nostra.

In conclusione, consiglio a chi ha voglia di giocare a un bel gioco e passare ore di svago e divertimento, di acquistarlo. Per gli amanti del genere, invece, è un titolo che non può mancare sui propri dispositivi.

Gangstar Rio è disponibile in App Store ed è compatibile  con iPhone 3GS, iPhone 4, iPhone 4S, iPod Touch (terza generazione), iPod touch (4a generazione) e iPad. Richiede l’iOS 4.0 o successive ed è localizzato in italiano e inglese (dialoghi).

Gangstar Rio: City of SaintsGameloft (4.5)7,99 € L’amatissima serie Gangstar arriva al suo terzo capitolo con Gangstar Rio: City of Saints….

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: