Gridlock 2.0, il tweak che libera le icone sulla Springboard, si aggiorna per iOS 6 ed iPhone 5

Gridlock è un tweak molto famoso che permette di posizionare liberamente le icone delle applicazioni presenti sulla Springboard e da adesso è possibile utilizzarlo anche su iPhone 5 e su qualsiasi dispositivo con iOS 6.

Gridlock-2.0-1024x903

Grant Paul, anche noto col suo nickname chpwn, ha da pochissimo rilasciato su Cydia Gridlock 2.0, la nuova ed ultima versione del suo famosissimo tweak che diventa così compatibile con iPhone 5 e tutti gli altri modelli di iPhone ed iPad con iOS 6.

Apple ci impone di disporre le icone delle nostre applicazioni secondo una griglia fissa e lineare da riempire da sinistra verso destra e dall’alto verso il basso, mentre grazie a Gridlock possiamo eliminare questo limite e posizionare le icone anche lasciando degli spazi inutilizzati.

Questa modifica è particolarmente utile per chi vuole massimizzare l’effetto grafico dell’interfaccia utente ed è quasi fondamentale se vogliamo sfruttare al massimo i temi oppure se vogliamo posizionare dei widget sulla Home (grazie a Dashboard X) a nostro piacimento senza preoccuparci delle App.

Lo sviluppatore ha dichiarato che con iOS 6, Apple ha cambiato completamente il modo di gestire le icone, quindi lui ha dovuto praticamente riscrivere il tweak e Gridlock 2.0 è un tweak completamente nuovo e non un semplice aggiornamento. Per questi motivi l’aggiornamento non è gratuito.

Gridlock 2.0 è disponibile nella repository di BigBoss al prezzo di 4,99$, poco meno di 4€, ma per chi ha acquistato la versione precedente l’aggiornamento costa 1,99€, circa 1,50€. Se invece avete iOS 5.1 potrete continuare ad utilizzare la vecchia versione se l’avete installata.

Per dovere di cronaca vi informo che quando un anno fa ho acquistato Gridlock, l’ho pagato 1,99$, quindi non solo l’aggiornamento è a pagamento, ma assistiamo anche ad un aumento di prezzo.

Screenshot | idownloadblog

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: