HOTApple: quali prodotti aspettarsi nel 2016

L’anno appena concluso è stato davvero importante per Apple che ha lanciato sul mercato Apple Watch, iPhone 6S e 6S Plus con il 3D Touch, la nuova Apple TV ed iPad Pro, il tablet più grande e potente di Cupertino ma anche iOS 9, WatchOS 2 e OS X El Capitan. Con questa premessa, è logico aspettarsi un 2016 altrettanto sorprendente.

2016

Apple Watch 2

La seconda generazione di Apple Watch è in lavorazione e potrebbe debuttare già nei primi mesi dell’anno, presumibilmente verso la primavera con un evento speciale e dedicato solo allo smartwatch. Apple ha presentato Apple Watch a marzo dello scorso anno con spedizioni a partire da aprile ed ora potrebbe ripetere l’evento, ad un anno di distanza.

applewatchtrio

Il nuovo Apple Watch 2 dovrebbe includere sensori non inseriti nella prima versione tra cui conduttività della pelle, ossigenazione e pressione del sangue. Il nuovo Apple Watch 2 potrebbe essere più sottile rispetto all’attuale e potrebbe includere una fotocamera Facetime per consentire di effettuare o ricevere videochiamate direttamente dall’accessorio. Sembra anche che grazie ad una versione aggiornata del chip Wi-Fi possa funzionare in modo più indipendente da iPhone.

Quasi sicuramente l’Apple Watch 2 avrà nuovi colori e nuovi cinturini.

iPhone 7 e 7 Plus

I nuovi iPhone 7 e 7 Plus arriveranno verso l’autunno del 2016, probabilmente intorno al mese di settembre restando in linea con le presentazioni precedenti. Apple dovrebbe confermare lo smartphone nelle due versioni da 4,7″ e 5,5″ che però avranno un telaio completamente ridisegnato.

iphone 7

Nonostante i rumors e i concept che circolano in rete, le uniche ipotesi plausibili riguardano un assottigliamento della scocca rendendo lo spessore più simile a quello di iPod Touch, spariranno le bande per l’antenna e saranno migliorati fotocamera, processore, 3D Touch e Touch ID. E’ possibile venga eliminato il jack per le cuffie che lascerà spazio ad un collegamento lighting. L’idea di un iPhone waterproof proviene da fonti poco affidabili per cui è un’informazione da prendere con largo beneficio di dubbio.

Il modello da 4,7″ dovrebbe avere ancora 2 GB di RAM mentre il fratello maggiore da 5,5″ potrebbe passare a 3 GB.

iPhone 6c

Da quando Apple ha lanciato le due versioni di iPhone da 5.5″ (iPhone 6 Plus e 6s Plus), l’azienda ha parlato di una versione aggiornata di iPhone da 4″ per gli utenti che preferiscono gli schermi più contenuti.

 

iphone_screen_sizes

L’iPhone 6c potrebbe essere lanciato nei primi mesi del 2016 e, potenzialmente, potrebbe essere presentato quasi contemporaneamente ad Apple Watch 2, ossia intorno alla primavera diventando il primo iPhone a debuttare in un mese non autunnale.

Il nuovo iPhone 6c è descritto come un incrocio tra iPhone 5s e iPhone 6, con corpo in alluminio unibody e vetro curvo. Alcune voci parlano anche di diverse colorazioni della scocca ma non esistono conferme a riguardo. Sembra ci siano dubbi sul processore installato ma con tutta probabilità l’iPhone 6c monterà il chip A9 utilizzato anche su iPhone 6s.

In termini di prestazioni dovrebbe avvicinarsi all’attuale modello di punta ma iPhone 6c non dovrebbe includere il display con 3D Touch che resta una caratteristica della versione 6s/6s Plus. Avrà invece una fotocamera posteriore da 8 MPX e una frontale da 1.2 MPX oltre alla tecnologia NFC che consente di sfruttare Apple Pay.

iPad Air 3

Dal momento del primo lancio di iPad, avvenuto nel 2010, Apple ha aggiornato i propri tablet su base annua, producendo una nuova versione ogni autunno. Nel 2015 l’azienda non ha effettuato aggiornamenti per iPad Air 2, concentrando i propri sforzi su Mini iPad 4 e sul nuovo iPad Pro.

Il Mini iPad 4 è la versione aggiornata del Mini iPad 2 rilasciato nel 2014 quindi, a distanza di due anni, è possibile dar credito alle voci per cui l’azienda stia lavorando su iPad Air 3 che potrebbe presentare nella prima metà del 2016.

ipadair2-800x130

Della terza generazione di iPad Air si sa poco o nulla, ma sicuramente monteranno un processore aggiornato in grado di migliorare le prestazioni del dispositivo. Inoltre la nuova versione di iPad Air 3 dovrà avere, quasi sicuramente, un miglioramento della fotocamera e un aggiornamento della RAM. Sembra ancora esclusa l’applicazione del 3D Touch per le difficoltà di produzione legate allo schermo più ampio.

MacBook, MacBook Pro e MacBook Air

Dopo il MacBook Retina dell’aprile 2015 il futuro del MacBook Air è diventato incerto. Ci sono state speculazioni per cui la linea Air debba essere assorbita dal MacBook, ma alcune voci recenti portano a pensare che il MacBook Air continuerà ad esistere per affiancare il MacBook Retina e il MacBook Pro Retina, offrendo un compromesso tra prestazioni, portabilità e costi.

Il MacBook Air continua ad essere popolare per il prezzo inferiore alle altre due famiglie per cui è possibile aspettarsi un aggiornamento della linea verso la fine dell’anno con un rinnovamento della linea estetica, un telaio più sottile, display più grandi e componenti in linea con il mercato attuale. Apple nel corso dell’ultimo anno ha ingrandito i suoi dispositivi mobili con le versioni Plus di iPhone ed iPad Pro per cui non è una follia aspettarsi un MacBook Air da 15 pollici.

retinamacbookpromacbookair-800x167

Se Apple dovesse aggiornare la linea MacBook Air quest’anno dovrebbe includere il chip Intel Skylake di ultima generazione che offrirà prestazioni della CPU migliorate del 10%, una scheda grafica Intel HD più veloce del 34% e 1,4 ore di autonomia in più rispetto agli attuali chip Broadwell.

Il ritardo nella consegna dei chip Intel hanno avuto un significativo impatto sui piani di aggiornamento del MacBook Pro con display Retina, in particolare per la versione da 15 pollici. Il ritardo nella consegna del chip Broadwell ha costretto Apple a sfalsare l’aggiornamento dei modelli da 13 e 15 pollici facendoli slittare a marzo e maggio del 2015. Mentre il modello da 13 pollici è stato aggiornato con il chip Broadwell, la versione da 15 pollice ha continuato ad avere il processore Haswell e la politica di aggiornamento di Apple riguardo il MacBook Pro Retina da 15″ non è del tutto chiara.

retinamacbookpro-800x333

Il chip Broadwell, appropriato per MacBook Pro Retina da 15 pollici, è stato reso disponibile all’inizio della scorsa estate per cui Apple potrebbe presentare una versione aggiorna del modello da 15 pollici nei primi mesi dell’anno. Altrimenti potrebbe scegliere di saltare a piè pari il chip Broadwell e passare direttamente al chip Skylake per entrambe le versioni. Se, anche questa volta, dovessero esserci ritardi nella consegna dei chip, Apple potrebbe pensare ad un aggiornamento sfalsato delle due versioni.

Riguardo l’aspetto esteriore dei computer, essendo passati quattro anni dall’ultimo design, ci si può aspettare una linea più sottile e filante, un display Retina migliorato ma non c’è nessuna conferma a riguardo.

Per la seconda generazione di MacBook Retina sembra scontata l’adozione del chip Skylake Core M. I nuovi chip sono già disponibili quindi l’aggiornamento dei MacBook Retina dovrebbe essere imminente. Lo Skylake Core M offre 10 ore in più di autonomia della batteria e migliora le prestazioni della CPU del 10-20%.

retina_macbook_elcap_roundup_header

L’aggiornamento più importante riguarderebbe la grafica che, grazie al nuovo chip, migliorerebbe le prestazioni fino al 40%. Oltre al nuovo chip non si sa quali possano essere altri aggiornamenti della nuova generazione di MacBook Retina. Essendo “nata” nell’aprile scorso, quasi sicuramente il telaio sarà lo stesso con la possibilità di una colorazione aggiuntiva, Rose Gold, per abbinarla al nuovo colore di iPhone 6S.

iMac

La linea iMac è stata aggiornata di recente, ad ottobre 2015, quindi è impensabile un aggiornamento se non verso la fine dell’anno. I futuri piani di Apple riguardo gli iMac sono difficili da decifrare ed è praticamente impossibile prevedere quali siano le intenzioni di Apple riguardo i prossimi aggiornamenti di iMac e quello che possano includere.

New-iMacs-2015-800x648

L’unica idea – solo per supposizioni – riguarda la possibilità che Apple voglia eliminare gli iMac senza Retina Display per far spazio ai modelli all-Retina.

Aggiornamento software

A settembre Apple presenta una versione aggiornata di iOS che accompagnerà l’ultimo modello di iPhone. Per settembre quindi è atteso il debutto di iOS 10 che introdurrà novità di progettazione, come avvenuto per iOS 7. Dal momento che iOS 9 è stato lanciato solo ad ottobre 2015, non ci sono ancora voci riguardo la prossima versione di iOS. Nel corso dei prossimi mesi si verrà a conoscenza di maggiori dettagli, per ora possiamo dire che ci sarà un aggiornamento del sistema operativo per i dispositivi mobili.

el capitan

Anche OS X è stato aggiornato su base annua per cui, nel corso dell’anno, dovrebbe arrivare l’aggiornamento a OS X 10.12. El Capitan è stato progettato per correggere i bug e migliorare le caratteristiche introdotte con OS X Yosemite per cui il prossimo OS X 10.12 dovrà essere decisamente corposo con introduzione di nuovo design e funzionalità.

WatchOS 3 dovrebbe arrivare nel corso dell’anno alla terza versione. Il suo debutto è arrivato insieme ad Apple Watch nel mese di aprile e, pochi mesi dopo, è uscito WatchOS 2, contemporaneamente ad iOS 9. Nonostante l’ultimo aggiornamento sia arrivato insieme ad iOS 9, è possibile che la terza versione del sistema operativo dedicato allo smartwatch di Cupertino arrivi in modo indipendente e anticipata rispetto al prossimo iOS.

Per quanto riguarda TVOS, i piani aziendali per la AppleTV non sono delineati e gli aggiornamenti per il software della TV non ha avuto la stessa cadenza degli altri sistemi operativi. Ci sono stati aggiornamenti minori ma non c’è nessun’informazione su aggiornamento con nuove funzionalità o modifiche di progettazione. Forse in autunno Apple arriverà ad offrire il primo importante aggiornamento per TVOS come per iOS.

Via | MacRumors

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: