Secondo quanto riporta Gizmodo, lo sviluppatore Steven Troughton-Smith ha scoperto che sulla nuova AppleTV c’è la possibilità di installare applicazioni semplicemente modificando le applicazioni stesse in modo che siano compatibili con il dispositivo AppleTV. Sfortunatamente, però, quando si va ad eseguire l’applicazione questa non viene lanciata, e per questo è richiesto l’utilizzo di un lancher.

Abbiamo già avuto modo di vedere che SHAtter sarà in grado di effettuare il Jailbreak al firmware della nuova AppleTV, però ora con il lancio della nuova GoogleTV, avvenuto oggi, Apple potrebbe effettuare marcia indietro e rilasciare prima di quanto pensiamo un nuovo aggiornamento che aggiungerà la possibilità di installare applicazioni di terze parti, tramite uno store apposito e magari con la possibilità di utilizzare anche le applicazioni attualmente esistenti per iPhone e iPad con una sorta di retrocompatibilità, come avviene con l’esecuzione delle applicazioni per iPhone su iPad.

Ovviamente, come sempre vi terremo informati sull’argomento.

Via | Coveringweb