Le AirPods 2 potrebbero integrare numerosi sensori per il monitoraggio avanzato della salute

L’ U.S. Patent & Trademark Office ha da poco pubblicato tre nuovi brevetti depositati da Apple, secondo i quali l’azienda di Cupertino starebbe pensando di integrare dei nuovi sensori all’interno del prossimo modello delle AirPods. Questi permetterebbero il monitoraggio avanzato della nostra salute e la perfetta integrazione con l’applicazione Salute, proprio come succede con l’Apple Watch.

Secondo i tre brevetti depositati da Apple, il prossimo modello delle AirPods potrebbe integrare delle interessanti funzioni per il monitoraggio della nostra salute. L’aggiunta di diversi nuovi sensori permetterebbe un sofisticato e preciso monitoraggio del nostro battito cardiaco. Il sensore andrebbe posizionato nella parte finale delle cuffie, quella più interna al nostro orecchio. In questo modo si creerebbe un ottimo contatto tra la nostra pelle ed il sensore, permettendo così il monitoraggio del battito cardiaco.

Sempre utilizzando degli appositi sensori, Apple vuole poter misurare anche la nostra temperatura corporea, la risposta galvanica cutanea, la quantità di ossigeno nel sangue, l’attività elettrica del cuore (ECG). Si tratta di funzionalità piuttosto avanzate e complesse, che potrebbero aumentare notevolmente il prezzo delle cuffie wireless. Allo stesso tempo, per gli amanti dello sport ed in generale dei dispositivi indossabili, le AirPods 2 potrebbero rappresentare un notevole passo avanti rispetto all’attuale modello.

Infine, sempre secondo un recente brevetto, le nuove AirPods 2 potrebbero integrare tre microfoni aggiuntivi per la riduzione del rumore ambientale. Un’altra funzionalità gradita, che andrebbe a migliorare la già buona qualità dell’attuale modello.

Via | 9to5Mac

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
21
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: