Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook, ha annunciato che l’azienda assumerà 3000 moderatori aggiuntivi per vigilare ed eliminare tempestivamente i contenuti inappropriati.

Dopo i recenti casi di post dai contenuti violenti con suicidi ed omicidi, Facebook assumerà 3000 moderatori in più che controlleranno i contenuti pubblicati sul popolare social network.

facebook

E’ stato lo stesso Mark Zuckerberg ad annunciare la decisione, dopo gli ultimi avvenimenti e le polemiche che ne sono derivate. In ordine di tempo l’ultimo caso riguarda il suicidio di un uomo 49enne in Alabama che ha deciso di mostrare in diretta il suo atto estremo.

I 3000 nuovi addetti a sorvegliare i contenuti pubblicati si aggiungeranno ai 4500 già attivi per un totale di 7500 persone il cui compito sarà quello di rimuovere tempestivamente contenuti vietati, inneggianti all’odio, alla violenza o allo sfruttamento di minori.

Zuckerberg ha ammesso le colpe della struttura che ha rimosso i video in questione troppo tardi, lasciando la possibilità di essere condivisi o salvati.

Stiamo lavorando per rendere più semplice la segnalazione di video e contenuti inappropriati. Per rendere sicura la nostra comunità dobbiamo poter intervenire rapidamente non solo per eliminare un post ma anche per aiutare chi dovesse avere bisogno di assistenza.

Per questo scopo Facebook ha già fornito accesso pubblico per tutti gli utenti per gli strumenti di prevenzione dei suicidi e ha attivato un sistema di intelligenza artificiale che riesce ad identificare utenti che dimostrino tendenza suicide.

L’integrazione di nuovo personale è solo il primo passo verso una maggiore sicurezza sul social network dove alcune automazioni non forniscono sufficienti garanzie.

Via | Engadget