Come tutti ormai ben saprete, il lancio di iPhone X ha colto di sorpresa la stragrande maggioranza dell’utenza, essendo previsto per il prossimo 3 novembre, al contrario di iPhone 8 già disponibile a partire dal prossimo 22 settembre.

Nonostante il ritardo rispetto alle finestre di lancio degli scorsi anni per i nuovi modelli di iPhone, sembra che la notizia non abbia minimamente scomposto gli investitori, dal momento che le azioni non ne hanno risentito.

Stando a quanto emerso da Business Insider,  il lancio in ritardo di iPhone X non provocherà nessun effetto positivo per l’anno fiscale in corso, dal momento che esso terminerà ad ottobre, e interesserà quindi esclusivamente il nuovo anno fiscale.

A dichiararlo alcuni degli investitori, tra cui Deutsche Bank, BMO, RBC e altri ancora. Ciò si rifletterà quindi su una maggiore attenzione rivolta a iPhone 8 e iPhone 8 Plus, che usciranno il 22 settembre.

Via | 9to5Mac