iPhone

L’interesse per iPhone X e iPhone 8 è pari all’intenzione d’acquisto di iPhone 6

A pochi giorni dall’apertura delle pre-vendite del tanto atteso iPhone X, un sondaggio condotto su alcuni consumatori statunitensi rivela che l’intenzione di acquistare un nuovo iPhone ha raggiunto quello di iPhone 6, ad oggi uno degli smartphone Apple più venduti al mondo.

Proprio così, secondo il sondaggio condotto da USB su circa quattromila statunitensi pare che ci sia tutta l’intenzione di acquistare un nuovo iPhone entro i prossimi 3 mesi. Il 69% degli intervistati, infatti, ha dichiarato che ne acquisterà uno: una percentuale così alta non veniva registrata dal 2014, quando iPhone 6 e 6 Plus raggiunsero il 71%.

Da queste percentuali si evince che i nuovi smartphone dell’azienda californiana hanno generato un interesse davvero alto, di sicuro maggiore delle due precedenti generazioni di iPhone, riportando inoltre che tra gli intervistati ben il 43% è intenzionato ad acquistare iPhone X, sempre nei prossimi 3 mesi.

Viene suggerito agli investitori di non dar retta agli attuali dati di vendita di iPhone 8 in quanto si è entrati ormai in una fase di “attesa” per il nuovo iPhone X che ha fatto scendere drasticamente l’interesse iniziale per quel dispositivo. In futuro molti clienti sceglieranno nuovamente di acquistare anche i due modelli attualmente in vendita.

Visto l’alto interesse che si è generato per il nuovo iPhone X, suggeriamo ai nostri lettori di seguire le nostre linee guida su come prepararsi ai preordini.

Via | AppleInsider

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!