Lo scontro legale tra Apple e Qualcomm si arricchisce giorno dopo giorno di nuovi dettagli e… querele. La seconda ha infatti chiesto l’interruzione delle vendite di (alcuni) iPhone X sul territorio statunitense. Una richiesta non di poco conto…

Secondo tre nuove nuove citazioni in giudizio, Apple sta infrangendo ben 16 brevetti di Qualcomm con iPhone 7, 8 e X, ovviamente modelli Plus compresi. Molti dei brevetti riguardano la tecnologia che migliora l’autonomia della batteria, ma altri pongono l’attenzione su altre caratteristiche. In uno dei casi, Qualcomm afferma che Apple sta utilizzando una sua tecnologia brevettata per la Modalità Ritratto degli ultimi iPhone lanciati sul mercato.

Qualcomm chiede ad Apple un risarcimento non ben specificato per i brevetti violati e vuole che la corte imponga ad Apple di non usare più quelle tecnologie. Ma Qualcomm va anche oltre con una querela depositata presso la US International Trade Commission, in cui chiede che gli iPhone X che utilizzano modem della rivale Intel vengano messi al bando. Si parla, in pratica, degli iPhone X venduti con AT&T e T-Mobile.

In particolare, Qualcomm punta il dito contro l’interfaccia del multitasking di iPhone X e le sue somiglianze con l’interfaccia webOS. L’azienda infatti ore è proprietaria del brevetto che copre quell’interfaccia, così come altre tecnologie inizialmente sviluppate alla Palm. “Tutte queste invenzioni Palm – di cui Qualcomm è in possesso – hanno enormemente migliorato le funzionalità dei dispositivi mobili e l’esperienza utente, e tutte queste sono ampiamente riscontrabili senza alcuna licenza o permesso nei prodotti Apple“, ha dichiarato Qualcomm.

La disputa legale ha preso il via ad inizio anno, dopo che la Federal Trade Commission ha accusato Qualcomm di pratiche anticoncorrenziali. Apple ha poi depositato una denuncia con accuse simili e ha continuato a sostenere la sua posizione nelle aule di tribunale. Qualcomm sta ovviamente difendendosi rispondendo con altre querele. La partita quindi è ben lontana dall’essere finita.

Via | TheVerge