Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

Partono le prime class action contro Apple per le prestazioni degli iPhone legate al degrado della batteria
iPhone

Partono le prime class action contro Apple per le prestazioni degli iPhone legate al degrado della batteria 

Dopo la conferma di Apple sul calo delle prestazioni negli iPhone con una batteria usurata, negli Stati Uniti sono state avviate due class action contro l’azienda.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Stafan Bodganovich ha avviato la prima class action sulla questione prestazioni-batteria degli iPhone della quale vi abbiamo parlato spesso negli ultimi giorni. Il cliente Apple si sta preoccupando principalmente per quanto riguarda gli iPhone 7, che sono stati recentemente aggiornati con una nuova funzione per bilanciare batteria e prestazioni. Bodganovich accusa Apple per aver introdotto questo collegamento tra la qualità della batteria e le prestazioni del dispositivo in modo da poter vendere di più. Ogni anno infatti con la batteria che invecchia il nostro dispositivo diventa più lento. Questo ci spinge ad acquistare un nuovo iPhone. Stefan ha quindi richiesto ad Apple di risarcire gli utenti che vogliono riportare in sesto il proprio iPhone con un cambio della batteria, ma anche di sospendere questo tipo di collegamento con nuove implementazioni hardware nei dispositivi.

Dopo la class action a Los Angeles di Stefan Bodganovich, un’altra protesta simile è partita a Chicago, appoggiata anche in Ohio, Indiana e North Carolina. In questa class action gli utenti si sono concentrati su tutti gli iPhone a partire dall’iPhone 5, che soffrono indubbiamente di questo problema.

Se anche voi avete un iPhone con una batteria deteriorata, vi consigliamo di leggere questo nostro articolo dedicato per scoprire come verificare lo stato della batteria e successivamente sostituirla.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.