Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Notizie

Apple ed altre grandi aziende sono di nuovo sotto accusa per violazione di brevetti

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Lo scorso venerdì una società chiamata Imperium Holdings avrebbe accusato Apple, Kyocera, LG, Motorola, Nokia, RIM e Sony di violazione di brevetti. Stavolta l’accusa riguarderebbe il comparto fotografico di alcuni smartphone delle suddette aziende.

Le sette società avrebbero violato 5 brevetti riguardanti la modalità di scatto delle fotografie ed il modo in cui queste vengono processate dal terminale.

In particolare l’azienda di Cupertino sarebbe stata accusata di non aver rispettato tali brevetti violandoli con l’iPhone 3G ma dall’accusa si leggerebbe chiaramente che:

la violazione non è limitata solamente a questo dispositivo Apple

Anche le altre 6 aziende dovranno rispondere a questa accusa e naturalmente la Imperium Holding ha specificato che, nel caso fosse riconosciuta l’irregolarità, tali colossi non potranno più utilizzare in futuro questa tecnologia che ha permesso la violazione di quei 5 brevetti.

Via | appleinsider

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Continua a leggere..

Back to top button
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.