Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Apple

Kuo: “Negli ultimi anni, la vera sfida di Apple è stata l’innovazione software anzichè quella hardware”

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Spesso ci lamentiamo di Apple sostenendo che l’azienda non è più in grado di innovare perchè non sta più sfornando prodotti innovativi ed originali come una volta. Anche lo sviluppo dei Mac procede a rilento per dare uno spazio maggiore all’iPhone.

Secondo Ming-Chi Kuo di KGI Securities, Apple effettivamente non sta innovando molto a livello hardware ma in questi anni l’azienda ha rivoluzionato il software.

Tutto l’impegno messo nel software ha tenuto l’azienda un po’ più lontana dai nuovi dispositivi ma era una cosa necessaria per consolidare l’infrastruttura dei servizi e dell’ecosistema Apple. L’azienda ha sempre giocato su una perfetta combinazione tra hardware e software e si era arrivati ad un momento in cui questo software necessitava di maggiori attenzioni.

“Abbiamo visto più volte tardare il rilascio di un software o posticipare il lancio di una determinata funzione e questo è un buon segno, vuol dire che l’azienda lavora duramente al software, garantendogli una perfezione ed un corretto funzionamento che altrimenti non potrebbero avere”.

“Apple ha avuto dei problemi di sicurezza sia su MacOS che su iOS oltre che a migliaia di bug imbarazzanti dovuti proprio ad un costante sviluppo e all’aggiunta di funzioni. Era arrivato il momento di concentrarsi sul software e di migliorarlo, a discapito di nuove presentazioni hardware.”

ARKit è un progetto sul quale Apple sta investendo molto. Anche i dirigenti non perdono occasione per parlarne in ogni intervista incentivando gli sviluppatori ad adottarlo, tuttavia in quasi un anno dall’annuncio alla WWDC 2017, non abbiamo ancora visto applicazioni cosi essenziali o utili da “cambiare il mondo”. Nel frattempo OPPO è riuscito a realizzare una piattaforma molto simile ad ARKit, anche a livello qualitativo, che sarà in grado di funzionare sia su Android che iOS. Il vantaggio di Apple potrebbe quindi essere messo a repentaglio, l’azienda lo sa e sta progettando il “prossimo step”, in maniera tale da restare un passo avanti alla concorrenza.

Insomma, da parte dell’analista che prevede sempre le prossime mosse di Apple, aspettiamoci un iOS 12 migliorato che correggerà tutti i bug di questo disastroso iOS 11 ed altre migliorie a servizi già esistenti.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Continua a leggere..

Back to top button
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.