Notizie

Smartphone 5G: serviranno batterie più capienti e nuovi dissipatori per gli elevati consumi

Il CEO di Huawei Eric Xu ha confermato che l’azienda è al lavoro per realizzare moduli di raffreddamento di elevata qualità per dissipare il calore generato dai modem 5G in arrivo.

Il prossimo anno usciranno i primi smartphone dotati di connettività 5G. Questa nuova rete arriverà anche in Italia, con gli operatori che hanno già concluso l’asta per l’assegnamento delle frequenze. A livello hardware però presenta un importante problema, in quanto, il modem 5G scalda e consuma molto di più rispetto agli attuali antenne 4G.

Stando a quanto riportato da DigitTimes, i nuovi modem 5G consumano 2,5 volte l’energia necessaria per alimentare un chip 4G. Questo significa che gli smartphone dovranno aumentare la capacità delle batterie, in modo da garantire almeno un’autonomia pari a quella già presente sugli smartphone odierni. Inoltre serviranno anche sistemi di raffreddamento particolarmente efficienti in modo da poter dissipare il calore generato dal modem 5G.

Huawei si è rivolta a Auras Technology per la realizzazione dei sistemi dissipazione, creati tramite dei fogli di rame sottili 0,4 millimetri. Una soluzione simile è già stata adottata all’interno di laptop di fascia alta. La produzione di questi componenti è già iniziata, in modo da poterli implementare nei primi smartphone 5G previsti per la seconda metà del 2019.

Anche Apple probabilmente dovrà trovare una soluzione al problema dell’elevato consumo e calore. Vedremo quale soluzione deciderà di adottare e se questa comporterà dei cambiamenti nel design, come l’aumento dello spessore, dei prossimi smartphone Apple.

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!