L’analista Ming-Chi Kuo ha ritrattato per quanto riguarda le sue aspettative di vendita dell’iPhone XR. In una nota inviata agli investitori, spiega che esistono 3 fattori che stanno rallentando le vendite di questo dispositivo e che di conseguenza ci sarà un calo del 30% rispetto a quanto previsto.

vendite iphone xr

Il primo motivo riguarda l’operato di Trump, ovvero questa sorta di guerra commerciale che si sta scatenando tra Cina e Stati Uniti. In particolare sembra che il mercato cinese sia sempre meno interessato ad Apple, azienda americana che deve sottostare alle leggi del territorio.

Il secondo motivo riguarda l’aspettativa di un secondo modello di XR, il successore, che potrebbe avere anche le caratteristiche attualmente mancanti rispetto ai modelli più costosi. Tuttavia -a nostro parere- non ha senso attendere il successore perchè arriverà tra diversi anni.

Il terzo motivo infine, riguarda la concorrenza. I produttori di smartphone Android, tra cui Huawei, Samsung, Oppo e Vivo, stanno producendo smartphone sempre più evoluti a ritmo incalzante e prezzi straordinari per quanto riguarda il mercato cinese ma che sono in grado di attrarre anche i consumatori degli altri Paesi. L’ultimo arrivato è il Mate 20 Pro.

Oltre all’analisi di Ming-Chi Kuo, arrivano altre informazioni dall’Asia ed anche queste sono negative. I fornitori Japan Display e Lumentum che producono rispettivamente schermi e fotocamera TrueDepth, hanno comunicato che prevedono un fatturato inferiore rispetto alle aspettative. Dai precedenti 405-440 milioni di dollari, adesso Lumentum crede che fatturerà per 335-355 milioni di dollari. Japan Display ha invece dichiarato che il fatturato sarà più basso del 30% rispetto alle previsioni precedenti.

Considerando che Apple è il maggiore cliente di queste aziende, il calcolo diventa alquanto semplice.

Bisogna infine considerare che il dollaro diventa sempre più forte e questo sta creando dei problemi nei Paesi emergenti. Di recente infatti, anche le applicazioni App Store hanno subito un ulteriore aumento di prezzo in alcuni Paesi emergenti, al fine di assicurare una corretta conversione con i dollari americani e lo stesso si verifica con i prezzi dei dispositivi che diventano sempre più alti e talvolta proibitivi per alcune persone.