Dopo la notizia di ieri pubblicata dal Wall Street Journal dove si sostiene che Apple abbia tagliato la produzione non solo di iPhone XR ma anche di iPhone XS, il titolo in borsa (AAPL) ha avuto un altro durissimo colpo con un calo di ben 3,96% nella sola giornata di ieri.

AAPL borsa

Apple adesso è entrata nel “bear market“. Il termine “bear” viene utilizzando quando un’azienda perde il suo valore azionario di almeno il 20% in un anno, cosa che Apple ha fatto in poco più di un mese. Ieri il titolo ha perso il 4%, oggi la borsa non ha ancora chiuso ma siamo intorno al -3%.

Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, Apple ha comunque un bel +15%, il che vuol dire che l’azienda era cresciuta in una maniera spropositata durante il corso di quest’anno e, naturalmente non si può sempre e solo salire. Effettivamente il titolo si sta rimettendo in sesto da solo, in un certo senso sta ritornando ad un qualcosa di più “normale” che di conseguenza risulterà più appetibile all’acquisto e potrebbe quindi risalire durante le feste.

Il pessimismo comunque continua a divagare tra gli analisti (si sospetta che siano stati pagati per diffondere queste notizie proprio al fine di veder crollare Apple) e secondo gli ultimi studi pare che il titolo Apple sia destinato a calare ancora nei prossimi giorni e nei primi mesi del 2019. L’incredibile “down” è iniziato il 1 Novembre, a seguito dei risultati fiscali dell’azienda e la scelta di non dichiarare più esplicitamente il numero di iPhone venduti nel trimestre.