iPhoneNews

La Russia vieterà la vendita di iPhone senza app locali pre-installate

La nuova legislazione richiederà a tutti gli smartphone, i computer e persino i televisori intelligenti di includere software di fabbricazione russa a partire da luglio 2020.

La camera bassa del parlamento russo ha approvato una legislazione che renderà obbligatorio per dispositivi come l’iPhone, che dispongono di app, di includere app russe pre-installate. Non impone che altre app, come quelle del produttore, non possano essere installate.

Tuttavia, telefoni, computer e televisori senza app di produzione locale saranno banditi dalla vendita a partire da luglio 2020. Secondo BBC News, i dettagli di quali dispositivi sono coinvolti o quali software di fabbricazione russa saranno richiesti devono ancora essere determinati.

iPhone

“Quando acquistiamo dispositivi elettronici complessi, hanno già applicazioni individuali, principalmente occidentali, preinstallate su di esse”, ha scritto Oleg Nikolayev, coautore della legislazione russa.

“Naturalmente, quando una persona li vede”, ha continuato, “potrebbero pensare che non ci siano alternative locali disponibili. E se, oltre alle applicazioni preinstallate, offrissimo anche quelle russe agli utenti, allora avranno diritto di scegliere.”

Tuttavia, l’associazione russa delle società commerciali e dei produttori di apparecchiature elettriche per la casa e il computer denuncia la legislazione. BBC News riferisce che l’organizzazione ha affermato che non sarà fisicamente possibile installare tale software su tutti i dispositivi. Ritiene che i produttori possano semplicemente ritirarsi dal mercato russo.

Le app che sono pre-installate a causa della legislazione presumibilmente non dovrebbero passare attraverso un processo di verifica come quello di Apple per le app sull’App Store. Non ci sarebbe modo per gli utenti di sapere se queste app contenengano o meno spyware ufficiali supportati dallo stato.

La nuova legislazione arriva dopo che il Paese ha introdotto un crescente controllo e limitazioni su Internet. Finora, le aziende hanno rispettato le varie leggi, tra cui Apple, che ha accettato di archiviare i dati degli utenti su server russi.

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!