Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

AppleNews

Apple utilizzerà alluminio realizzato con un processo privo di carbonio

Apple ha dichiarato di aver acquistato il primo lotto commerciale di alluminio privo di carbonio da una joint venture tra due dei maggiori fornitori di alluminio al mondo.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Nel maggio 2018, Apple ha annunciato di aver contribuito alla collaborazione tra due dei maggiori produttori di alluminio del mondo, Alcoa e Rio Tinto, su un nuovo processo di fusione dell’alluminio privo di carbonio. Insieme, le società formarono una joint venture chiamata Elysis, lavorando per sviluppare ulteriormente la tecnologia brevettata.

Oggi, Apple ha affermato di aver acquistato da Elysis il primo lotto commerciale di alluminio privo di carbonio, riporta Reuters. L’alluminio verrà spedito da una struttura di Pittsburgh e utilizzato in prodotti Apple non specificati. iPhone, iPad, Mac e molti altri prodotti Apple utilizzano l’alluminio.

Alluminio privo di carbonio

“Per oltre 130 anni, l’alluminio – un materiale comune a tanti prodotti che i consumatori usano quotidianamente – è stato prodotto allo stesso modo. Questo sta per cambiare”, ha dichiarato Lisa Jackson, responsabile ambientale di Apple.

Alcoa e Rio Tinto mirano a commercializzare e autorizzare il processo di fusione privo di carbonio a partire dal 2024. Se completamente sviluppato e implementato, eliminerà le emissioni dirette di gas serra dal tradizionale processo di fusione dell’alluminio sviluppato oltre 130 anni fa, secondo Apple.

Alcoa ha dichiarato di produrre alluminio nella sua struttura vicino a Pittsburgh con il nuovo processo, in varia misura, dal 2009. Il processo è il risultato di decenni di ricerca ed è descritto da Apple come l’innovazione più significativa nel settore dell’alluminio da oltre un secolo .

Elysis prevede inoltre di produrre l’alluminio privo di carbonio in una struttura di ricerca da $ 50 milioni in costruzione a Saguenay, Quebec, che dovrebbe aprire nella seconda metà del 2020, secondo il rapporto.

 

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Continua a leggere..

Back to top button
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.