AppleNotizie

Apple vieta i giochi a tema COVID-19

La compagnia afferma che i giochi a tema coronavirus non saranno ammessi

Apple ha vietato tutte le applicazioni di intrattenimento che utilizzano questa pandemia come tema.

Inoltre, la società ha ribadito, in una precedente regola, che i software che forniscono informazioni su questa crisi sanitaria globale provengano da fonti ufficiali.

Il produttore di iPhone ha ribadito il divieto per i giochi che utilizzano il coronavirus come argomento in una dichiarazione agli sviluppatori. “Le app di intrattenimento o di gioco con COVID-19 come tema non saranno consentite“, ha affermato la compagnia.

Tuttavia, questo non influisce sui giochi sulle pandemie in generale. Ad esempio, Plague Inc. è ancora disponibile nell’App Store in Italia, ma non in quello cinese. Di recente è stato vietato in Cina su insistenza del governo del paese.

Per combattere l’allarmismo, Apple rifiuta le app legate alla sanità che non provengono da fonti affidabili.

La società, ha dichiarato che solo “le organizzazioni governative, le ONG incentrate sulla salute, le aziende profondamente accreditate in questioni sanitarie e le istituzioni mediche o educative” dovrebbero presentare un’app relativa a COVID-19.

Afferma di aver fatto questo passo perché “Le comunità di tutto il mondo dipendono dalle app per essere fonti di notizie credibili – aiutare gli utenti a comprendere le ultime innovazioni sanitarie, scoprire dove possono ottenere aiuto se necessario o fornire assistenza ai loro vicini“.

Apple ha adottato molte misure per combattere la pandemia di coronavirus, ben oltre il semplice divieto di giochi a tema COVID-19. In particolare, ieri ha chiuso tutti i suoi negozi al di fuori della Cina per due settimane.

Inoltre, la WWDC di quest’anno si terrà online. E l’evento stampa previsto per la fine di questo mese per il lancio di un nuovo MacBook Air e altri prodotti è stato cancellato.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button