Curiosità

Un ex ingegnere Intel rivela cosa ha portato Apple a progettare i propri chip

L'ex ingegnere Intel afferma che Apple sta abbandonando i processori x86 per Apple Silicon a causa della "cattiva garanzia di qualità di Skylake".

Apple ha annunciato questa settimana i suoi piani per passare dai processori Intel ai chip ARM sul Mac, che la società chiama “Apple Silicon Mac“. Non è una sorpresa dato che il progetto Mac ARM è stato diffuso molto tempo fa, ma uno dei motivi principali di questa transizione sarebbero stati i recenti problemi con Intel.

François Piednoël, un ex ingegnere Intel, ha dichiarato a PCGamer che il colosso Cupertino è rimasto insoddisfatta dei processori Intel dall’introduzione dell’architettura Skylake nel 2015. Il rapporto afferma che i processori Intel Skylake avevano diversi problemi e che il produttore di iPhone era il cliente con il maggior numero di lamentele sull’architettura.

La società ha utilizzato per la prima volta i processori Skylake con l’iMac 2015, quindi l’azienda ha anche lanciato i modelli MacBook e MacBook Pro 2016 con la stessa architettura di processore.

“Fondamentalmente la cattiva garanzia di qualità di Skylake è responsabile della loro effettiva scomparsa dalla piattaforma. Apple deve aver odiato davvero Skylake “, ha detto Piednoël.

Apple è sempre stata un’azienda che apprezza l’integrazione di hardware e software e ciò è possibile solo quando si ha il controllo su tutto.

Ecco perché la società ha iniziato a produrre i propri chip a partire dall’Apple A4 nel 2010, che equipaggiava il primo iPad e iPhone 4. All’epoca c’erano già voci e speculazioni su quando Apple avrebbe abbandonato Intel a favore dei propri processori. Era qualcosa che sarebbe successo prima o poi.

A seguito dell’annuncio di Apple sul passaggio ai suoi chip personalizzato, Intel ha affermato che continuerà a supportare il Mac durante la sua transizione, ma ha insistito sul fatto che i suoi processori sono ancora l’opzione migliore per gli sviluppatori.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button