Notizie

Il nuovo codec H.266 VCC è fino al 50% più efficiente rispetto al vecchio standard

Il Fraunhofer Heinrich Hertz Institute ha annunciato il codec H.266 Versatile Video Coding, che alimenterà l'acquisizione e la trasmissione di video più efficienti in termini di dati sui futuri iPhone.

H.266 VVC

PUBBLICITÀ

Oggi, dopo diversi anni di ricerca e standardizzazione, il Fraunhofer Heinrich Hertz Institute ha annunciato il rilascio ufficiale del successore di H.265 HEVC, chiamato H.266VVC (Versatile Video Coding).

H.265 gode di un uso diffuso su dispositivi Apple come l’iPhone, in quanto è il codec predefinito utilizzato dall’acquisizione video all’interno dell’app Fotocamera. Che cosa possono aspettarsi esattamente gli utenti quando H.266 / VVC otterrà un’ampia adozione in futuro? Un’enorme riduzione dei requisiti relativi ai dati.

Fraunhofer HHI osserva che mentre H.265 / HEVC richiede circa 10 gigabyte di dati per trasmettere un video UHD 4K da 90 minuti, H.266 VVC richiede solo 5 gigabyte, metà dei dati richiesti per la stessa qualità video.

Il codec, che presenta una specifica standard di oltre 500 pagine, è stato specificamente progettato pensando allo streaming ad alta risoluzione 4K e 8K. Con una tale riduzione dei requisiti relativi ai dati, gli utenti saranno in grado di acquisire immagini di qualità superiore senza incidere significativamente sullo spazio di archiviazione.

“A causa del salto di qualità nell’efficienza di codifica offerto da H.266 / VVC, l’uso del video aumenterà ulteriormente in tutto il mondo. Inoltre, la maggiore versatilità di H.266 / VVC rende il suo utilizzo più attraente per una gamma più ampia di applicazioni relative a la trasmissione e l’archiviazione di video “, ha affermato Benjamin Bross, responsabile dei sistemi di codifica video della Fraunhofer HHI.

L’H.266 rappresenta ciò che l’Istituto chiama il “culmine” di quattro generazioni di standard internazionali di codifica video. I codec precedenti, H.265 / HEVC e H.264 / AVC, elaborano circa il 90% del volume globale totale di bit video.

Ovviamente, ci vorranno ancora anni prima che dispositivi e piattaforme rivolti al consumatore supportino H.266. Lo standard H.265 è stato completato a gennaio 2013, ed Apple ha introdotto il supporto al codec soltanto quattro anni dopo, in iOS 11 nel 2017.

Il Fraunhofer HHI ha sviluppato lo standard H.266 in collaborazione con leader del settore come Apple, Intel, Huawei, Ericsson, Qualcomm, Sony e Microsoft. Apple, sebbene utilizzi da tempo gli standard, ha segnalato il supporto per codec alternativi nel 2018.

PUBBLICITÀ

PUBBLICITÀ
Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button