Curiosità

Alcuni sviluppatori utilizzano TestFlight come alternativa all’App Store

Alcune persone nella comunità di sviluppo di app utilizzano la piattaforma di beta testing di Apple, TestFlight, come alternativa più esclusiva e meno restrittiva all'App Store.

TestFlight, acquisito da Apple nel 2014, è uno strumento di sviluppo per la prototipazione di app con un piccolo gruppo di beta tester prima di lanciare i titoli su App Store. Ma da molto tempo, sempre più sviluppatori saltano completamente l’ultimo passaggio.

Secondo Protocol, molti sviluppatori pubblicano app su TestFlight come un modo per creare app private “al di fuori delle rigorose linee guida dell’App Store“. Alcune app su TestFlight includono piccoli programmi con solo le funzionalità di base che non si qualificano per l’App Store, così come app che vengono tenute intenzionalmente sulla piattaforma per aggiungere un’aria di esclusività.

“Le persone chiedono a gran voce l’accesso alle app più interessanti ancora in beta privata, mentre gli sviluppatori indipendenti utilizzano TestFlight per trovare un pubblico che non avrebbero mai trovato attraverso l’App Store”.

Parte del fascino di TestFlight sono le linee guida e le commissioni inesistenti dell’App Store. L’unica limitazione principale è che le app possono essere utilizzate da un massimo di 10.000 persone contemporaneamente. Oltre a ciò, chiunque può scaricare app TestFlight private, se sa dove cercare.

Anche gli sviluppatori stanno iniziando a trarre vantaggio dall’ecosistema delle app in versione beta. Thomas Weigt, uno sviluppatore iOS di BitSuites, ha creato un sito Web chiamato Departures che elenca i TestFlight aperti di principali aziende e sviluppatori indipendenti.

Tuttavia, Apple non vede TestFlight come un App Store alternativo. Esamina solo le app per assicurarsi che non siano danneggiate o dannose. Dopo che un TestFlight è stato approvato, gli sviluppatori hanno detto a Protocol che la società raramente ispeziona le versioni successive.

Nonostante il fatto che Apple non veda la piattaforma come una “casa a lungo termine” per le app, è sempre di più ciò per cui la comunità di sviluppo la utilizza.

È anche un modo per gli sviluppatori di creare “hype” sulle app in arrivo. Clubhouse, un social network per sviluppatori, è ancora disponibile solo su TestFlight nonostante sia “l’app più calda della Silicon Valley“.

Con un’attenzione particolare agli elenchi di TestFlight e alle app esclusive, alcuni sviluppatori temono che Apple possa reprimere il modo in cui viene utilizzata la piattaforma.

Fino ad allora, tuttavia, la tendenza probabilmente continuerà, in particolare perché Apple deve affrontare il controllo antitrust e altre critiche per le sue politiche sull’App Store.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button