Notizie

Microsoft si schiera con Epic e afferma che il blocco di Unreal Engine danneggerà i creatori di gioco

Epic Games, sostiene che Apple sta minacciando un intero ecosistema di sviluppatori di giochi in risposta alla causa di Fortnite.

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Il creatore di Fortnite Epic Games, ha sostenuto che il piano di Apple di terminare l’iscrizione al Programma per sviluppatori sarebbe “una ritorsione eccessiva” e “uno sforzo illegale per mantenere il suo monopolio e frenare qualsiasi azione da parte di altri che oseranno opporsi ad Apple“.

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.


In un deposito in tribunale [PDF], Epic Games ha affermato che diversi licenziatari di Unreal Engine hanno contattato la società “esprimendo grave preoccupazione per le azioni di Apple e il suo impatto sui loro progetti legati a iOS e macOS“, inclusa Microsoft.

In una dichiarazione a sostegno di Epic Games [PDF], il dirigente del settore di gioco Microsoft, Kevin Gammill, ha scritto che “l’interruzione della capacità di Epic di sviluppare e supportare Unreal Engine per iOS o macOS, danneggerà i creatori di giochi e i giocatori“. 

In particolare, Gammill ha affermato che i giochi che utilizzano Unreal Engine saranno messi in “uno svantaggio sostanziale“, citando il famoso gioco di corse Microsoft Forza Street per iPhone e iPad come esempio.

Apple sostiene che questa situazione è stata “interamente creata da Epic“, violando intenzionalmente le sue regole, notando che avrebbe potuto procedere con la sua causa senza introdurre un’opzione di pagamento diretto nell’app Fortnite. Il produttore di iPhone, ha anche affermato che sarebbe felice di riavere Fortnite sull’App Store se Epic Games risolvesse le violazioni.

Un’udienza relativa alla richiesta di un’ingiunzione preliminare da parte di Epic Games, che costringerebbe Apple a riportare Fortnite sull’App Store durante il procedimento legale, è fissata per domani alle 15:00 Pacific Time (ore 00:00 italiane) nel tribunale della California.

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.


Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.