Apple

Apple pagherà 84 milioni di dollari per porre fine alle indagini antitrust in Corea del Sud

Secondo quanto riferito, Apple è disposta a pagare 100 miliardi di won per porre fine alle indagini antitrust in Corea del Sud.

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Apple ha proposto di pagare 100 miliardi di won (84 milioni di dollari) per finanziare programmi di supporto per assistere i consumatori e le piccole imprese, nel tentativo di risolvere un’indagine antitrust da parte dei regolatori sudcoreani.

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.


La Korean Fair Trade Commission, (KFTC) ha indagato su Apple Korea nel 2016 per aver richiesto a SK Telecom, KT Corp e LG Uplus Corp di pagare il costo degli annunci televisivi e del servizio di garanzia per i suoi iPhone. L’indagine, ha rilevato che la società ha un chiaro vantaggio rispetto ai gestori di telefonia mobile locali e che consegnare il costo degli annunci pubblicitari era un altro mezzo per spremere i loro profitti.

Nel giugno di quest’anno, l’autorità di regolamentazione antitrust ha deciso di consentire ad Apple di delineare una serie di misure per affrontare le sue pratiche commerciali anticoncorrenziali nel paese.

Secondo quanto riferito, Apple si è impegnata a offrire 40 miliardi di won (34 milioni di dollari) per costruire un centro a supporto della ricerca e sviluppo per i piccoli produttori coreani e 25 miliardi di won (21 milioni di dollari) per istituire un ‘”accademia” per fornire istruzione agli sviluppatori. Il resto dei 100 miliardi di won verrebbe utilizzato per offrire sconti ai consumatori sui costi di riparazione in garanzia e altri vantaggi, secondo Reuters.

A condizione che KFTC accetti l’offerta di Apple, il regolatore chiuderà il caso e concluderà che il produttore di iPhone non ha fatto nulla di illegale.

Anche se ciò dovesse accadere, Apple potrebbe dover affrontare un’altra indagine da parte dei regolatori coreani per le sue pratiche commerciali. La scorsa settimana, un’alleanza di sviluppatori di app e piccole aziende ha presentato una petizione alla Korea Communications Commission chiedendo un’indagine per accertare se Apple e Google potrebbero violare le leggi coreane sugli acquisti in-app e sui comportamenti anticoncorrenziali.

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.


Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.