Notizie

Il ministro delle finanze francese critica il predominio di Apple nei mercai europei

Bruno Le Maire ha criticato il predominio delle aziende straniere sui mercati europei, facendo riferimento al potere di Apple nell'arena digitale e chiedendo la creazione di più "campioni europei".

Ieri, il ministro delle finanze francese ha preso di mira il predominio dei giganti della tecnologia straniera nell’Unione europea e ha specificamente utilizzato Apple come esempio.

I commenti arrivano diversi mesi dopo che la Commissione europea ha avviato un’indagine antitrust sull’App Store e Apple Pay.

Durante un evento sulla competitività digitale, il ministro francese dell’Economia e delle Finanze Bruno Le Maire ha criticato la concentrazione di mercati specifici nell’UE, dove “un piccolo numero di piattaforme internazionali molto grandi sta raccogliendo la maggior parte dei profitti”.

Le Maire ha definito le operazioni di Apple in Europa come un esempio di imprese straniere che sono dannose per la competitività nella regione.

“La capitalizzazione di mercato di Apple è ora maggiore della capitalizzazione di tutti i CAC 40”, ha detto Le Maire, riferendosi all’indice del mercato azionario francese. “È una questione di concorrenza quando queste aziende sviluppano strategie per bloccare i propri utenti nei loro servizi ed ecosistemi”.

Il ministro delle finanze francese ha anche chiesto la creazione di più “campioni europei” nell’industria tecnologica e in altri settori.

Apple è stata esaminata per la prima volta dall’antitrust dopo che la piattaforma di streaming Spotify ha presentato reclami formali sull’App Store nell’UE. Oltre ai controlli in Europa, Apple è attualmente sotto indagine anche negli Stati Uniti ed in Russia.

A Giugno, la Commissione europea ha aperto un’indagine formale antitrust nell’App Store per verificare se le regole di Apple per la distribuzione delle app violino le regole di concorrenza dell’UE.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button