Notizie

L’UE avvia un’indagine sugli acquisti in-app dell’App Store ed Apple Pay

Apple accusata ancora una volta di pratiche anticoncorrenziali dell'App Store e non solo.

La Commissione europea ha dichiarato di aver avviato due indagini formali antitrust sull’App Store e sul sistema di pagamento mobile del colosso di Cupertino, Apple Pay.

La prima indagine valuterà se le regole di Apple per gli sviluppatori sulla distribuzione di app tramite l’‌App Store‌ violano le regole di concorrenza dell’UE.

Si concentrerà in particolare sull’uso obbligatorio del sistema di acquisti in-app di Apple e sulle restrizioni e la capacità degli sviluppatori di informare gli utenti di iPhone e iPad su possibilità di acquisto alternative più economiche al di fuori delle app.

L’indagine fa seguito a denunce separate di Spotify e del distributore di ebook, Kobo, sull’impatto delle regole dell’‌App Store‌ sulla concorrenza nello streaming musicale e nel mercato degli e-book / audiolibri.

Il vicepresidente esecutivo Margrethe Vestager, responsabile della politica sulla concorrenza, ha dichiarato: “Le applicazioni mobili hanno cambiato radicalmente il modo in cui accediamo ai contenuti. Apple stabilisce le regole per la distribuzione di app agli utenti di iPhone e iPad e dobbiamo garantire che tali regole non interferiscano nei mercati in cui Apple è in concorrenza con altri sviluppatori di app, ad esempio con il suo servizio di streaming musicale Apple Music o con Apple Books. Ho quindi deciso di dare un’occhiata da vicino alle regole dell’App Store‌ e alla loro conformità con le regole di concorrenza dell’UE. “

La seconda indagine su Apple Pay fa seguito a un’indagine preliminare della CE che ha messo in evidenza le preoccupazioni relative ai termini, alle condizioni e ad altre misure di Apple relative all’uso del servizio che possono falsare la concorrenza e ridurre la scelta e l’innovazione. Inoltre, la CE rileva che Apple Pay è l’unica soluzione di pagamento mobile in grado di accedere alla tecnologia “tap and go” integrata nei dispositivi Apple per i pagamenti in negozio.

Apple Pay

In risposta agli annunci, un portavoce di Apple ha rilasciato la seguente dichiarazione:

“Abbiamo sviluppato ‌App Store‌ con due obiettivi in ​​mente: che sia un luogo sicuro e affidabile per i clienti di scoprire e scaricare app e una grande opportunità di business per imprenditori e sviluppatori.

“Siamo profondamente orgogliosi degli innumerevoli sviluppatori che hanno innovato e trovato successo attraverso la nostra piattaforma. E man mano che siamo cresciuti insieme, abbiamo continuato a fornire nuovi servizi innovativi – come Apple Pay – che offrono la migliore esperienza del cliente pur soddisfacendo gli standard leader del settore per la privacy e la sicurezza.

“È deludente che la Commissione europea stia avanzando denunce infondate da una manciata di aziende che vogliono semplicemente un passaggio gratuito e non vogliono rispettare le stesse regole di tutti gli altri”.

Non esiste una scadenza per la conclusione di un’indagine antitrust e la durata dipende da una serie di fattori che possono richiedere anni per essere elaborati.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!