Notizie

Epic e Spotify criticano il taglio delle commissioni dell’App Store

Diversi sviluppatori, tra cui Epic e Spotify, criticano la modifica alle commissioni dell'App Store.

Diversi sviluppatori, tra cui Spotify e Epic Games, hanno criticato Apple dopo l’annuncio del nuovo programma App Store Small Business, grazie al quale dimezzerà le commissioni dell’App Store per le aziende che guadagnano fino a 1 milioni di dollari all’anno.

Le critiche arrivano da diversi sviluppatori, ma, ovviamente, quelle mosse da Spotify e Epic “fanno molto più rumore”. Le due società non sono affatto soddisfate delle modifiche alle commissioni dell’App Store e hanno rilasciato dichiarazioni molto pesanti.

Il CEO di Per Epic Games Tim Sweeney:

Sarebbe qualcosa da celebrare se non fosse una mossa calcolata di Apple per dividere i creatori di app e preservare il loro monopolio su negozi e pagamenti, rompendo ancora una volta la promessa di trattare tutti gli sviluppatori allo stesso modo.

Offrendo un taglio delle commissioni del 15% a baroni selezionati come Amazon, e ora anche ai piccoli sviluppatori, Apple spera di rimuovere abbastanza critici da poter farla franca con il blocco della concorrenza e il 30% di tasse sulla maggior parte degli acquisti in-app.

Sweeney ha proseguito affermando che Apple sta “radunando la comunità” con le sue regole speciali, e continua a dire che sia iOS che Android “devono essere completamente aperti alla concorrenza nei negozi e nei pagamenti”.

Spotify ha rilasciato la seguente dichiarazione:

Il comportamento anticoncorrenziale di Apple minaccia tutti gli sviluppatori su iOS e quest’ultima mossa dimostra ulteriormente che le loro politiche dell’App Store sono arbitrarie e capricciose. Sebbene riteniamo che le loro commissioni siano eccessive e discriminatorie, il collegamento di Apple del proprio sistema di pagamento all’App Store e le restrizioni di comunicazione che utilizza per punire gli sviluppatori che scelgono di non utilizzarlo, mettono app come Spotify in uno svantaggio significativo rispetto alla concorrenza.

Garantire che il mercato rimanga competitivo è un compito fondamentale. Ci auguriamo che le autorità di regolamentazione ignorino le “vetrine” di Apple e agiscano con urgenza per proteggere la scelta dei consumatori, garantire una concorrenza leale e creare condizioni di parità per tutti.

Cosa ne pensate?

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!