PUBBLICITÀ
Notizie

Apple aggiorna le linee guida dell’App Store con i requisiti di ATT e altro

Apple ha annunciato nuove modifiche, aggiunte e aggiornamenti ai criteri delle linee guida dell'App Store, uno dei quali include le istruzioni per gli sviluppatori per l'implementazione della trasparenza del monitoraggio delle app.

Apple ha aggiornato le sue linee guida per la revisione dell’App Store con alcune modifiche che avranno un impatto sugli sviluppatori di app.

L’azienda ha condiviso maggiori dettagli sulle piattaforme di gioco in streaming, oltre all’utilizzo del marchio “Rosetta” nella descrizione delle app, al divieto di app che promuovono sostanze illecite e il requisito di trasparenza del tracciamento delle app in iOS 14.5.

Apple sottolinea che le app che promuovono il consumo di tabacco, vaporizzatori, droghe illegali o alcol eccessivo non sono consentite sull’App Store, così come le app che incoraggiano i minori a usare queste sostanze.

Le nuove linee guida richiedono inoltre allo sviluppatore di fornire informazioni che riflettano l’esperienza dell’app, comprese le nuove etichette sulla privacy dell’App Store. La società ha chiarito che le descrizioni delle app e gli screenshot non possono avere riferimenti ad altre app o includere contenuti inappropriati:

  • 2.3: Chiarite le informazioni che devono riflettere accuratamente l’esperienza principale dell’app: “I clienti devono sapere cosa ricevono quando scaricano o acquistano la tua app, quindi assicurati che tutti i metadati dell’app, comprese le informazioni sulla privacy, la descrizione dell’app, gli screenshot e le anteprime riflettono accuratamente l’esperienza principale dell’app e ricordati di tenerle aggiornate con le nuove versioni”.

È interessante notare che Apple ora chiede agli sviluppatori di non utilizzare più “Rosetta” come esempio di tecnologia obsoleta. Ciò è probabilmente legato al fatto che i nuovi Mac M1 utilizzano Rosetta 2 per eseguire app Intel, il che potrebbe confondere alcuni utenti.

Inoltre, le nuove linee guida portano maggiori chiarimenti sul sistema di acquisti in-app di App Store. In primo luogo, Apple afferma che le carte regalo, i certificati, i buoni e i coupon che possono essere riscattati per i servizi digitali devono essere venduti tramite acquisti in-app.

Ancora una volta, la società ribadisce che i servizi di streaming di giochi sono consentiti sull’App Store, ma ogni gioco deve essere disponibile come app separata sull’App Store. L’azienda aveva già incluso alcune regole correlate nelle Linee guida per la revisione dell’App Store nel settembre dello scorso anno.

  • 3.1.2 (a): “I giochi offerti in un abbonamento a un servizio di giochi in streaming possono offrire un unico abbonamento condiviso tra app e servizi di terze parti; tuttavia, devono essere scaricati direttamente dall’App Store, devono essere progettati per evitare pagamenti doppi da parte di un abbonato e non devono svantaggiare i clienti non abbonati “.

Infine, la nuova regola 5.1.2 (i) relativa alla trasparenza del tracciamento delle app obbliga gli sviluppatori a chiedere un’autorizzazione esplicita prima di monitorare l’attività degli utenti, cosa che Apple ha pianificato di implementare dal rilascio di iOS 14. La scorsa settimana, il colosso di Cupertino ha affermato che le sue regole di tracciamento delle app sarebbero state applicate a partire dal prossimo aggiornamento iOS, ovvero iOS 14.5.

  • 5.1.2 (i): “Devi ricevere un’autorizzazione esplicita dagli utenti tramite le API App Tracking Transparency per monitorare la loro attività.”

In concomitanza con la nuova regola sulla trasparenza del tracciamento delle app, Apple ha evidenziato le API SKAdNetwork 2.2 e Private Click Measurement ​​disponibili per gli sviluppatori come alternative a metodi di tracciamento degli utenti più invasivi.

SKAdNetwork 2.2 consente agli sviluppatori di visualizzare e misurare l’efficacia degli annunci preservando la privacy degli utenti, mentre Private Click Measurement, una funzionalità di iOS 14.5, consente alle reti pubblicitarie di misurare l’efficacia dei clic sugli annunci all’interno delle app iOS che navigano in un sito Web, ma in un modo incentrato sulla privacy.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button