PUBBLICITÀ
Apple

Apple: pugno duro contro la fuga di notizie. Aumenta la sicurezza nelle fabbriche

Apple sta tentando ogni strada per evitare la fuga di notizie e lo farà ancora di più nei prossimi mesi con delle restrizioni che renderanno ancora più stressante il lavoro per gli impiegati delle fabbriche

La fuga di notizie è un problema molto sofferto da Apple già da diversi anni e nonostante l’azienda continui ad utilizzare le maniere forti, alla fine i dipendenti delle catene di approvvigionamento riescono a trovare sempre un modo.

Se il racconto di Prosser è vero, qualche giorno fa Apple ha inscenato un falso evento per il 23 Marzo e questa notizia è effettivamente arrivata ai leaker. Probabilmente si è trattato di uno stratagemma per scovare qualche “mela marcia” che poi sicuramente avrà perso il lavoro.

Ciò nonostante, Apple ha deciso di intensificare la sicurezza a monte applicando nuove restrizioni alle fabbriche in cui vengono prodotti dispositivi non ancora rilasciati. Ecco le nuove regole:

  • Le catene di produzione non possono più raccogliere dati biometrici dei dipendenti Apple che fanno visita alla struttura per effettuare dei controlli. Vale a dire che riconoscimento facciale ed impronte digitali non saranno più ammesse per regolare gli ingressi. Questi dati infatti potrebbero risultare “semplici” da rubare o sfruttare impropriamente. Potrebbe essere creato un calco dell’impronta oppure utilizzata una foto per riuscire ad entrare.
  • Le fabbriche devono effettuare controlli sui precedenti penali di tutti i lavoratori
  • Apple aggiornerà il sistema informatico delle fabbriche per stabilire quanto tempo è necessario per svolgere le diverse azioni e nel caso in cui qualcuno dovesse impiegarne di più, farà scattare degli allarmi
  • Le telecamere di sicurezza dovranno inquadrare tutti e 4 i lati delle vetture utilizzate per trasportare componenti o dispositivi Apple non ancora rilasciati
  • Dovranno essere conservate le registrazioni video che mostrano la distruzione dei prototipi o parti difettose per almeno 6 mesi.
Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button