iOS 16

iOS 16: rivoluzionerà la funzione Full Immersion e la gestione delle notifiche

La modalità Full Immersion su iOS 16 sarà così diversa che le modifiche saranno incompatibili con i dispositivi che montano ancora iOS 15

Con l’annuncio ufficiale della WWDC22 da parte di Apple non possiamo fare altro che iniziare a parlare di iOS 16, anche perchè sono stati scoperti i primi indizi analizzando alcune stringhe nei firmware.

PUBBLICITÀ

Sia in macOS 12.4 beta che in iOS 15.5 beta, 9to5mac ha individuato dei codici che indicano diversi cambiamenti in arrivo per la modalità Full Immersion ed i vari Focus.

Non sappiamo ancora in che modo cambierà ma le novità saranno così sostanziali che addirittura non saranno compatibili tra dispositivi aggiornati ad iOS 16 e i dispositivi non ancora aggiornati. In una stringa infatti si legge:

L’utilizzo di un “Elenco consentiti” per questo Focus comporterà la perdita delle impostazioni sui tuoi dispositivi con un software più recente.

Un dispositivo con una nuova versione del software ha aggiornato questo Focus con una nuova configurazione che questo dispositivo non supporta. Per continuare a modificare le notifiche su questo dispositivo, aggiorna il software all’ultima versione disponibile oppure utilizza l’Elenco Consentiti per questo Focus.

Come possiamo capire quindi, si tratta di un nuovo sistema per modificare il comportamento di un Focus, le applicazioni da silenziare e quelle da mostrare con Notifica e questo sistema sarà del tutto diverso da quello attuale.

Ci saranno anche aggiornamenti per l’applicazione Apple News perchè si leggono delle stringhe con scritto “Ci dispiace, devi aggiornare il tuo dispositivo per riuscire a visualizzare questo contenuto.”

Secondo Gurman ci saranno anche aggiornamenti sull’interfaccia del multi-tasking su iPadOS 16 e nuove funzioni di traccimento della salute su watchOS 9. La WWDC22 inizia il 6 Giugno.

PUBBLICITÀ
Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button