Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Curiosità

Connor Zamary, sviluppatore di applicazioni per iPhone a solo 7 anni

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Sulla scia di Thomas Suarez (un programmatore di soli 12 anni che si ispira a Steve Jobs ed ha già sviluppato ben 2 applicazioni per iOS) un altro giovanissimo e promettente bambino sta facendo parlare molto di sé: il suo nome è Connor Zamary. Direttamente dallo Stato dell’Ohio, a soli 7 anni possiede una società che sviluppa applicazioni per iPhone ed ha già prodotto il suo primo gioco: Toaster Pop, un simpatico titolo per bambini.

 

Quello che più colpisce non è solo il fatto di essere un precoce programmatore, è difatti un imprenditore a tutti gli effetti: ha creato la presentazione PowerPoint, contattato gli investitori, ha firmato i documenti per la LLC ed effettuato videoconferenze con gli sviluppatori della West Coast.

Tutto questo l’ha fatto da solo. Ha personalmente scelto e selezionato con cura lo sviluppatore a cui ha poi affidato le sue idee, tenendo conto dei pareri e dei feedback di amici e parenti, e lasciato al padre la gestione delle finanze della sua compagnia.

La sua prima applicazione -ma non ultima, a quanto afferma- si chiama Toaster Pop, un gioco adatto a bambini della sua età dove da un tostapane salta fuori un toast finendo poi su un piatto, e il nostro compito sarà quello di imburrarlo. L’idea gli è venuta sentendo il padre parlare di un vecchio tostapane che lui non aveva mai visto.

La parte più difficile del lancio di questa applicazione è stata nei contatti con gli investitori: “Ero nervoso” racconta. Connor sta già pensando alla versione 2.0 dell’applicazione ed ha appuntato le sue idee sul frigorifero di casa. Anche la sorellina -di soli 6 anni- ha già in mente una nuova applicazione.

Eccolo qui in questo breve video della conferenza dove illustra l’applicazione mostrando la presentazione PowerPoint:

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

" />

Che dire? Personalmente non approvo molto questa cosa, sarò all’antica ma penso che a quest’età bisogna solo pensare a giocare e divertirsi con i coetanei. Di tempo per sviluppare applicazioni ce ne sarà a sufficienza ed inoltre sono responsabilità troppo grandi per un bambino.

Via | CNet.com


Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Continua a leggere..

Back to top button
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.