Dopo la scomparsa del fondatore di Apple, sono trapelate – grazie in particolare alla bibliografica di Isaacson – tanti aneddoti e fatti curiosi sulla vita di Steve Jobs. Diversi fatti particolari e a volte molto curiosi, che ci hanno permesso di conoscere, nei limiti del possibile, più approfonditamente la sua personalità e il suo modo di affrontare la vita. Questa matta voglia di conoscere e scoprire sempre di più sul genio di Cupertino sembra non avere fine e così, oggi, grazie al libro Inside Apple, vi proponiamo un altro curioso caso.

Già in passato era capitato di mettere in risalto il carattere scontroso, e un po’ burbero, di Steve Jobs. Un aspetto che, se da una parte è stato forse uno degli ingredienti della ricetta vincente “Apple”, dall’altro, a volte, ha lasciato di stucco i protagonisti delle vicende, e ammettiamolo, anche un po’ tutti i suoi fan.

L’aneddoto di oggi, viene raccontato da Adam Lashinsky, autore di Inside Apple, che durante un’intervista a Business Insider, alla richiesta del giornalista di “riportare una storia ancora non conosciuta su Steve Jobs”, ha risposto raccontando del giorno in cui l’inventore dell’iPhone rifiutò malamente di acquistare dei biscotti che gli vennero offerti da una bambina del quartiere.

A quanto racconta l’autore del libro, che si propone di svelare i misteri della casa di Cupertino, davanti all’offerta della piccola scout, Steve, invece, di acquistare alcuni biscotti, respinse malamente la bimba, rea di avergli offerto del cibo “spazzatura”.

Sembra proprio che la proverbiale irascibilità di Jobs, ben conosciuta all’interno delle mura di Cupertino, abbia fatto delle vittime anche all’esterno. A seguire trovate il video dell’intervista in questione

Via | AppleInsider