La società Calpers, che si occupa della gestione pubblica delle pensioni in California, assieme ad i maggiori azionisti di Apple spera di ottenere la possibilità di contribuire maggiormente alle decisioni amministrative del colosso di Cupertino.

I maggiori azionisti di Apple vorrebbero avere la possibilità di votare alle elezioni dei membri del consiglio di amministrazione, cosa attualmente non resa possibile per decisione della Apple.

Calpers ha tentato di convincere Apple già l’anno scorso, ma la richiesta è stata rifiutata. Ora ha formulato nuovamente la richiesta in vista della riunione degli azionisti fissata per il 23 Febbraio 2012. Apple ha dichiarato che la contestazione della richiesta nasce dal fatto che un’eventuale bassa affluenza alle urne per la votazione dei membri del consiglio, potrebbe avere ripercussioni negative sulle decisioni aziendali.

Persuadere Apple ad apportare un tale cambiamento può essere tuttavia molto difficile, sia a causa del suo continuo successo con il metodo di votazione esistente (con il quale basta anche un solo parere positivo per confermare i membri attualmente in carica), sia per gli stretti legami esistenti tra i membri del consiglio amministrativo e la leadership aziendale.

Oltre a questa proposta, sono pochi i cambiamenti che verranno proposti nel corso della riunione. Uno dei quali sarà il progetto che prospetta ad un impegno della società verso la riduzione dei gas ad effetto serra causate dalla realizzazione dei propri prodotti. Apple rende pubblico il suo parere riguardo a questioni interne all’azienda molto di rado, ma è stata decisamente a favore della protezione dell’ambiente negli ultimi anni.

Via | Electronista