Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

Microsoft ai dipendenti: no ai prodotti Apple acquistati con i nostri soldi
Notizie

Microsoft ai dipendenti: no ai prodotti Apple acquistati con i nostri soldi 

Una presunta mail interna del reparto marketing e vendite di Microsoft è in procinto di bloccare gli acquisti di Mac, iPhone e iPad effettuati dai dipendenti con fondi aziendali.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

 

Alcuni anni fa, il co-fondatore di Microsoft, Bill Gates, si era rifiutato di comprare degli iPod per i propri figli, regalando loro, invece, degli Zune di proprietà dell’azienda. Grazie ad un mail trapelata direttamente da Redmond, sembra che la stessa Microsoft stia per prendere una strada simile. Il succo della mail è semplice. Secondo le nuove direttive i dipendenti Microsoft potranno continuare ad avere il proprio iPhone, a patto che non sia pagato dalla società.

ZDNet riporta che il capo della sezione Vendite, Marketing, Servizi, IT, (sMsg) di Microsoft sembra essere piuttosto seccato per l‘acquisto dei prodotti Apple all’interno della sua sezione. Il gruppo sMsg è costituito da circa 46.000 dipendenti in tutto il mondo, uno dei quali ha fatto trapelare questa mail. Questo il passaggio chiave, di questa mail datata 14 Marzo e firmata dal CFO Alain Crozier.

All’interno sMsg stiamo mettendo in atto una nuova politica aziendale che dice che i prodotti Apple non devono essere acquistati con i fondi della società. Negli Stati Uniti ci sarà l’eliminazione dei prodotti Apple dal catalogo la prossima settimana, che è il meccanismo di acquisto standard per questo tipo di prodotti.

Dal quartier generale di Redmond sull’effettiva autenticità della mail un portavoce della società non ha commentato. Nessuna conferma né smentita, dunque.

Microsoft ha permesso che iPhone, Blackberry e dispositivi Palm fossero spesati fino al 2009, e ha successivamente fornito gratuitamente i dipendenti con telefoni Windows Phone negli anni successivi. I prodotti della “concorrenza”, comunque, non sono mai stati banditi completamente dall’azienda. Semplicemente a Redmond, evidentemente, non vogliono più che i loro soldi vadano a sostenere la concorrenza.

Via | ZDNet

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.