Notizie

Apple paga Electronic Arts per ritardare il lancio di Piante contro Zombie 2 su Android [Aggiornato con smentita]

Secondo quanto emerso da diverse fonti, sembrerebbe che Apple abbia pagato una somma consistente ad Electronic Arts per assicurarsi l’esclusiva su iOS del nuovo titolo Piante contro Zombie 2.

pvz2

“Apple ci ha dato un botto di soldi per ritardare la versione del gioco su Android” queste le parole di Frank Gibeau (responsabile di EA Labels) rilasciate durante una riunione interna svoltasi nella giornata di ieri. Una frase che è stata confermata non solo dal sito che l’ha pubblicata ma anche da altre persone presenti alla riunione sopracitata.

Non sono emersi dettagli riguardo la cifra pattuita né sulla natura dell’accordo.

AGGIORNAMENTO: Smentita la dichiarazione da parte dei portavoce di Apple e di Electronic Arts.

Come era facile immaginare, non c’è stato nessun pagamento da parte di Apple. Diversi siti dedicati al mondo dei videogiochi ritengono però che ci sia stato piuttosto un diverso accordo tra le due parti a riguardo: si tratterebbe di un’operazione comune nel settore, dove solitamente ci si accorda con gli sviluppatori per assicurarsi un vantaggio sulle piattaforme concorrenti dal punto di vista del marketing.

Se così fosse ci troveremmo di fronte ad una tipica presa di posizione alla “Costruttore di Console” piuttosto che da società dedicata a computer e dispositivi mobile: una novità che lascerebbe ben sperare -per tutti gli appassionati di gaming- ad un’ulteriore espansione dell’azienda anche verso questo mondo.

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!