HackingTeam è una società italiana focalizzata sull’offerta di “soluzioni offensive” per le indagini informatiche. In una recente conferenza, hanno rivelato di aver trovato un modo per monitorare attivamente i dispositivi mobili che eseguono i principali sistemi operativi. Ecco i dettagli.

hack

L’elenco comprende iOS, Android, BB10 e dispositivi Windows Phone. Il sistema di controllo remoto dell’HackingTeam (RCS) è progettato per eludere la crittografia per mezzo di un software installato direttamente sul dispositivo da monitorare.

La raccolta delle prove sui dispositivi monitorati è irrintracciabile e la trasmissione dei dati raccolti dal dispositivo al server RCS è crittografata e anch’essa non tracciabile. Il sistema di controllo remoto è praticamente invisibile per l’utente, inoltre elude antivirus e firewall, e non influisce sulle prestazioni dei dispositivi o sulla durata della batteria.

Il team ha rivelato che questa “sorveglianza attiva” sui dispositivi Windows Phone è possibile grazie ad una falla di sicurezza nel sistema operativo. La vulnerabilità consente a qualsiasi applicazione di terze parti (o codice) di bypassare la sicurezza. I funzionari delle forze dell’ordine possono essenzialmente accedere alle vostre foto, audio, email, sms, ecc. L’unica buona notizia è che l’HackingTeam fornisce tale software solo ai governi o agenzie governative.

Ecco il video della conferenza:

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Via | Phonearena