Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

Ecco la storia di ‘Picasso’, il logo del primo Mac
Curiosità

Ecco la storia di ‘Picasso’, il logo del primo Mac 

Tutti i più accaniti fan Apple ricorderanno il disegno che accompagnò il lancio del primo Mac nel 1984. Si tratta di uno schizzo veramente minimalista dal nome “Picasso” che, seppur con pochi tratti semplici ma essenziali, permetteva subito di riconoscere il design del computer creato dall’azienda di Cupertino.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

 picasso_Mac

Il logo fu disegnato dagli art director Tom Hughes e John Casado che in quel periodo facevano parte del team di sviluppo del primo Mac: il loro disegno prese il posto del marchio immaginato dall’artista Jean-Michel Folon. Casado ha partecipato alle celebrazioni relative al 30esimo anniversario del Mac ed ha inviato alcune mail che spiegato diversi dettagli relativi al disegno: avrebbe presto spunto da Henri Matisse.

Ecco quanto scrive Casado:

Mi fu affidato l’incarico da Tom Hughes dopo aver stabilito che la versione di Folon non avrebbe funzionato per qualche motivo commerciale. Incontrai Steve Jobs e Tom Hughes, intervistando e parlando con i protagonisti. Dopo poche settimane, tornai nel gruppo e feci la mia presentazione.

In quella presentazione, dissi che lo stile s’ispirava a Matisse, che ho tanto ammirato come artista. Associare lo stile grafico a Picasso fu, per quanto ricordo, una descrizione giornalistica all’epoca del lancio; poiché da allora nessuno ha chiesto a me o Tom cosa abbia influenzato la grafica, l’associazione è rimasta.

Matisse-Picasso-Artwork

All’epoca i tempi del progetto erano molto ristretti poiché Folon aveva esaurito la maggior parte dei tempi previsti per lo sviluppo. Fu anche facile per me, perché Steve inizialmente non sapeva nulla di questi disegni. Non vi erano revisioni di Steve o Tom in nessuno dei disegni che feci.

Bastò seguire velocemente la traiettoria verso la scadenza. Poi si aprirono i cancelli e cominciai a ricevere richieste di fare disegni, più di quanto fossi in grado di fare… a Steve piacevano tutti sin dall’inizio, fatto che mi sorprese poiché conoscevo la sua storia.

Via | Macitynet

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.