Notizie

Brevetto Apple respinto dallo USPTO, Samsung chiede al giudice Koh di rivedere il suo verdetto

Apple e Samsung possono anche aver messo fine alle dispute fuori dagli Stati Uniti, ma all’interno del paese a stelle e strisce i due colossi continuano a darsi battaglia e l’Ufficio Marchi e Brevetti degli USA ha in tutto ciò un ruolo fondamentale.applevssamsungIn settimana si è avuta una una svolta importante che potrebbe avere un impatto notevole nella disputa in corso. L’Ufficio Brevetti degli Stati Uniti ha respinto diverse mozioni su un brevetto di Apple che, secondo quanto emerso dal processo, sarebbe stato violato da Samsung.

Ecco le parole di Florian Mueller di FOSS Patents:

L’Ufficio Marchi e Brevetti degli Stati Uniti d’America ha recentemente respinto molteplici mozioni del brevetto 172 sul completamento automatico di Apple, tra cui la claim 18, presentata durante il secondo processo contro Samsung in California. […]

La norma giuridica è più rigorosa in caso di infrazione rispetto al riesame, in cui prove chiare e convincenti sono sufficienti per respingere una richiesta di brevetto, ma sembra strano che il giudice Koh abbia giudicato Samsung come colpevole di aver violato un brevetto che la USPTO non avrebbe probabilmente concesso.

Di recente, Samsung ha attirato l’attenzione del giudice Koh affermando che l’USPTO ha convenuto che ci sono abbastanza prove per invalidare il brevetto sul completamente automatico di Apple, e che la sua decisione, di conseguenza, dovrebbe essere riesaminata. Non mancheranno quindi novità in questa disputa che sembra non avere mai fine.

Via | iDownloadBlog

 

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!