AppleApple PayNotizie

Apple amplia le sue risorse e assume impiegati di Clinkle, startup specializzata in pagamenti mobile

Come abbiamo avuto modo di constatare in più occasioni, modus operandi di Apple non è assorbire grandi aziende già affermate, com’è eccezionalmente avvenuto per Beats Music, ma bensì individuare startup potenzialmente utili a migliorare i servizi e le tecnologie messe a disposizione dell’utente. L’azienda californiana continua a confermare questa sua operatività assumendo impiegati di Clinkle, startup specializzata in pagamenti mobile.

apple assume impiegati clinkle

Sin da quando la startup è stata formata non ha lanciato prodotti di particolare successo sul mercato. A quanto pare però il CEO di Clinkle, Lucas Duplan, ha tenuto comunque nascosta ai dipendenti l’intenzione di Apple di comprare la società.

Clinkle è stata fondata grazie ad un finanziamento di diversi investitori per un totale di 30 milioni di dollari. Lo scopo primario dell’azienda era inventare un sistema di pagamento incentrato sugli ultrasuoni, ma non riuscendo afornare un prodotto concreto il focus è poi passato alla creazione di un sistema di carte di debito denominato Treats la cui caratteristica principale è quella di prevedere una sorta di ricompensa ogni sette pagamenti effettuati.

Clinkle è stata oggetto di interesse non solo di Apple, ma anche di Google, Amazon, Samsung e Visa. Non sono moltissimi per ora i dipendenti che sono migrati al team di Cupertino (il numero pare essere 7), fatto sta che è ovvio che Apple veda in Clinkle un valido mezzo per migliorare il suo sistema di pagamento mobile.

Via | TechCrunch

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!