Come abbiamo sempre detto, modus operandi di Apple è individuare giovani start up dall’enorme potenziale e assorbirle nel proprio organico più che puntare a realtà già affermate (fatta eccezione per il caso Beats). Ultimo acquisto ma non per questo meno importante, Metaio, start up specializzata in realtà aumentata.

apple acquista Metaio

Metaio è nata da una ramificazione di un progetto partito alla Volkswagen. Il portale TechCrunch nota non solo che Metaio ha sospeso i contratti con i nuovi clienti ma che nella documentazione legale il pacchetto azionario della società è passato ad Apple tra il 21 e il 22 Maggio.

Apple pare non aver smentito l’acquisizione utilizzando la solita risposta sugli sporadici acquisti effettuati dall’azienda.

Uno dei progetti più conosciuti di Metaio fu un lavoro per Ferrari grazie a cui i clienti potevano costruire e vedere l’auto dei propri sogni.

A cosa servirà questa tecnologia ad Apple?

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Via | TechCrunch