La InVisage Technologies ha sviluppato un nuovo sensore di immagine che permette di avere delle foto ad una qualità veramente elevatissima. Al posto del silicio vengono usati dei punti quantici e questa tecnologia migliora le performance di circa 4 volte.

Secondo il CEO della società, tutti avranno desiderato almeno una volta di ottenere foto migliori con il proprio iPhone o altri cellulari ed il cuore di questo problema sta proprio nel sensore.

Gli smartphone di oggi utilizzano sensori CCD (charged-couple device) oppure CMOS (complementary metal-oxide-semiconductor) dove l’efficienza nell’assorbimento di luce raggiunge soltanto il 50%. Con i nuovi punti quantici al posto del silicio invece, l’efficienza di assorbimento raggiungerebbe il 90% con notevoli miglioramenti sul risultato finale.

Un’ulteriore conferma che la qualità di scatto non è data dal numero di Megapixel ma da tanto altro. I nuovi sensori basati su questa tecnologia quantica avranno lo stesso prezzo dei tradizionali CMOS quindi speriamo di vederli implementati a breve!

Via | iClarified