Recensione F1 2016 per macOS: il miglior gioco per vivere le emozioni della Formula 1

Negli ultimi giorni abbiamo avuto modo di provare F1 2016 nella sua nuova versione per macOS. Il gioco sviluppato da Feral Interactive è stato rilasciato poco tempo fa nel Mac App Store, pronto per farci vivere le emozioni della Formula 1, come non le abbiamo mai viste. Nonostante la sua uscita ufficiale per le altre piattaforme sia ormai lontana, noi vogliamo proporvi comunque i nostri pareri sul gioco in questa nostra recensione della versione per i computer Mac.

F1 2016 è l’unico gioco ufficiale dedicato alla Formula 1. Gli sviluppatori possiedono infatti tutte le licenze delle auto, piloti e tutto quello che circonda questo meraviglioso sport. Purtroppo però le licenze non bastano, serve anche lo sviluppo di un buon motore grafico, motore fisico e la creazione di numerose modalità di gioco. Possiamo già anticiparvi che il gioco è ben riuscito, ma scopriamo perché nelle seguenti sezioni sottostanti.

Immagine per F1™ 2016

F1™ 2016

Feral Interactive Ltd
49,99 €

MODALITA’ DI GIOCO

Il gioco offre diverse modalità piuttosto interessanti, in grado di immerge pienamente il giocatore nel mondo della Formula 1. Sicuramente tra le più importanti c’è la modalità Carriera, nella quale dovremo dimostrare le nostre abilità gara dopo gara. Oltre alle nostre prestazioni sul tracciato, dovremo occuparci anche dello sviluppo della nostra vettura, la gestione delle strategie e assetti aerodinamici, quindi vivere un’esperienza completa sia sul tracciato che nei box. Insomma, un’ottima panoramica a 360° su tutto il mondo della Formula 1.

Oltre a questa modalità troviamo anche la classica “Stagione” da affrontare gara dopo gara senza altre aggiunte, la Gara Veloce, le prove a tempo ed il multiplayer online. Queste le conosciamo già da parecchio tempo, quindi non scenderemo più di tanto nei dettagli, perché rappresentano lo standard per numerosi giochi automobilistici disponibili.

GAMEPLAY

Passiamo quindi al gameplay di F1 2016, cioè al modello di guida e al livello di simulazione offerto dal gioco. Grazie a numerose settaggi, sarà possibile impostare diversi livelli di difficoltà, che potranno essere personalizzati in seguito. Sicuramente la più facile non propone un modello di guida simulativo, ma un’esperienza dedicata magari ad un pubblico meno esperto, che cerca un semplice svago. Giocare senza alcun tipo d’aiuto rappresenta invece un ottimo livello di simulazione, che richiede una certa esperienza e pratica, oltre alla conoscenza dei vari tracciati. Secondo noi gli sviluppatori avrebbero potuto inserire qualche impostazione in più, in modo da offrire più opzione al giocatore. Ad esempio per il sistema anti bloccaggio dei freni troviamo esclusivamente la possibilità di averla attiva oppure disattivata.

Ovviamente per poter fruire al massimo del titolo abbiamo bisogno di un joypad, oppure ancora meglio un volante e pedaliera. Anche utilizzando un classico controller analogico sarà infatti piuttosto difficile dosare al meglio l’accelerazione e la frenata della nostra monoposto. Questo richiederà una notevole abilità nella guida, ma ovviamente a livelli di difficoltà minori si può giocare tranquillamente. Non stiamo infatti dicendo che per poter godere al massimo l’esperienza offerta da F1 2016 avete bisogno di un volante dedicato, ma com’è sempre stato, se volete vivere un’esperienza simulativa il più completa possibile, vi consigliamo sicuramente di farci un pensiero.

LA FISICA

Una volta scesi in pista ci accorgiamo subito dell’ottima implementazione delle vetture, che ci offrono diverse prestazioni in base al tipo di carburante, pneumatici ed assetto aerodinamico. Tutte queste personalizzazioni possono essere applicate liberamente nei box durante le varie sessioni di prove libere o qualifiche. Diverse impostazioni sono invece raggiungibili anche durante la guida sul tracciato, grazie ad un comodo menu laterale. Anche le condizioni meteo influiscono in modo realistico sul gameplay di F1 2016. Guidare sotto il diluvio, pur utilizzando delle gomme da bagnato, non sarà affatto facile, sopratutto a livelli di difficoltà maggiori. Basterà infatti un leggero errore con la pressione dell’acceleratore per far girare di 360° la nostra vettura.

LIVELLO TECNICO

Infine vogliamo parlarvi della realizzazione tecnica del titolo. Noi abbiamo provato F1 2016 su un MacBook Pro 15” del 2016, ottenendo dei risultati soddisfacenti. La qualità grafica del titolo può essere impostata liberamente nel menu del gioco, per poter sfruttare le caratteristiche hardware di diversi Mac. Avendo abbastanza potenza, magari utilizzando una eGPU, si potrà godere di un’ottima qualità visiva, anche in alta risoluzione. Con dei settaggi medi si raggiunge facilmente la qualità offerta dalle console di questa generazione come Playstation 4 e Xbox One. Provando F1 2016 in condizioni di pioggia con i dettagli visivi quasi al massimo ci ha regalato senza dubbio delle grandi emozioni. L’immersione offerta in questi casi è eccezionale, grazie anche ad un comparto sonoro di buon livello. Oltre ai classici “rumori” delle vetture, delle frenate e delle collisioni, il gioco offre anche la telecronaca ufficiale dei commentatori italiani di Formula 1.

ASPETTI CRITICI

Ovviamente F1 2016 non è un gioco perfetto e dopo diverse gare e prove a tempo ci siamo accorti di diversi aspetti migliorabili, magari nelle successive versioni del gioco. In primis l’intelligenza artificiale degli avversari risulta essere piuttosto “debole” in determinate situazioni a tutti i livelli di difficoltà. Spesso ci siamo ritrovati con degli avversari pericolosi, che ci hanno fatto perdere numerose posizioni in gara per colpa di un loro errore banale. Questo succede sia con i piloti meno esperti, ma purtroppo anche con i mostri come Lewis Hamilton. Ovviamente tutti possono sbagliare, ma gli errori che abbiamo riscontrato spesso non ci sono sembrati realistici.

Sempre parlando dell’intelligenza artificiale, gli avversari in pista tendono a formare dei trenini. Nonostante la situazione sia piuttosto movimentata rispetto alle precedenti versioni del gioco, ci sembra ancora fin troppo “statica”, sopratutto perché gli avversari tendono a mantenere delle distanze piuttosto ridotte tra di loro, senza però tentare qualche sorpasso.

Altro aspetto critico del gioco è sicuramente il suo prezzo. Il gioco viene venduto a 49,99€ su Mac App Store. Trattandosi del gioco dedicato alla scorsa stagione di F1, uscito sulle altre piattaforme già ad agosto, pensiamo che il prezzo sia piuttosto alto. Certo, la conversione per macOS doveva essere svolta quasi da zero, ma con un prezzo così alto probabilmente molti appassionati tenderanno a posticipare l’acquisto.

COMMENTO

In conclusione possiamo dire senza dubbio che l’esperienza offerta da F1 2016 è più che soddisfacente. Le modalità offerte non sono molte, ma la profondità della Carriera terrà incollati allo schermo per diverse ore molti appassionati di questo fantastico sport. Oltre a quest’ultima non dobbiamo dimenticarci della modalità online, grazie alla quale potremo passare altrettante ore in compagnia dei nostri amici o altri avversari casuali, cercando di scalare le classifiche mondiali. Le criticità sopra citate possono dare fastidio in determinate situazioni, ma la realizzazione tecnica e l’ottimo livello di simulazione le fanno passare facilmente in secondo piano rispetto al quadro completo.

Negli ultimi giorni abbiamo avuto modo di provare F1 2016 nella sua nuova versione per macOS. Il gioco sviluppato da…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
13
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: