Nuovi importanti aggiornamenti sull’unlock degli
iPhone!

Qualche tempo fa, scrivemmo un articolo completo relativamente all’unlock di tutti gli iPhone stranieri ed oggi, finalmente, si è arrivati ad avere un nuovo aggiornamento che ci fa capire come procedono i lavori.

Come certamente saprete, MuscleNerd ha lavorato all’unlock per molto tempo e tutt’ora continua a farlo. Credeva di aver scoperto un nuovo unlock, ma successivamente è stato scoperto che, purtroppo, tale unlock funzionava solamente sulla sua SIM T-Mobile e non a livello universale. Ha dunque pensato di trovare una soluzione definitiva per l’unlock, utilizzando un altro metodo collegato alle NCK-Key.

Che cos’è questo nuovo NCK-key? Come funziona?

La NCK-key è una chiave generata direttamente da Apple quando viene ufficialmente sbloccato un iPhone (di tipo factory unlocked tramite iTunes) e l’unico modo per effettuare questo sblocco è attraverso il proprio operatore. Questo metodo è già conosciuto da diversi anni, esattamente da quando GeoHot ha iniziato a lavorare allo sblocco dell’iPhone 2G. George ha sviluppato un programma capace di “crackare” questa chiave di 15 cifre, unica per ogni dispositivo. Il programma sopracitato può generare circa 100.000 chiavi al secondo, e quindi con un processore normale la chiave adatta allo sblocco del proprio dispositivo sarebbe generata a distanza di anni, mentre una ricerca completa di tutte le possibili combinazioni per questa chiave sarebbe completata in 317 anni. Per rendere fattibile, in tempi ragionevoli, un’operazione del genere servirebbe un processore molto più avanzato. Prendendo ad esempio una PlayStation 3, otterremmo un miglioramento di massimo 100 volte, che sarebbe comunque irrilevante poichè il tempo necessario resterebbe ugualmente enorme.

Fortunatamente però, con i nuovi exploit di cui si dispone adesso, è possibile accelerare il processo di sblocco. Poiché il NORid e il CHIPid (unici per ogni dispositivo) sono già conosciuti, si riesce a ridurre la chiave a soli 40 bit (5 cifre), per cui è possibile provare le varie combinazioni anche su un “hardware casalingo” impiegando circa una settimana.

Ebbene Musclenerd ha avviato il processo ed oggi è arrivato alla soluzione. E’ infatti riuscito a trovare la chiave univoca tra tutte le possibili combinazioni! Adesso il membro del DevTeam sta cercado di decodificare l’algoritmo che è stato utilizzato per generare la NCK Key che ha trovato. Ancora una volta l’unico modo per riuscire in questa impresa è quella di combinare i risultati con il NorID ed il ChipID. Anche in questo caso serviranno dei giorni o alcune settimane ma alla fine si dovrebbe riuscire ad avere l’algoritmo giusto per sbloccare in maniera ufficiale e definitiva tutti gli iPhone esistenti!

La notizia quindi è sicuramente positiva anche se Musclenerd non garantisce la riuscita di questa impresa. Dopo un lavoro di diverse settimane infatti, potrebbe comunque non riuscire in quest’ultimo step, generando chiavi che effettivamente non sbloccano la parte telefonica degli iPhone stranieri. E’ ancora troppo presto per dirlo con certezza quindi non ci resta che attendere un paio di settimane per scoprire il tutto.

Qualora questo metodo, sicuramente pulito ed efficace, non dovesse funzionare, si andrebbe a ricercare ancora un’altra soluzione a livello software (come il vecchio ultrasn0w). Vi terremo aggiornati!

Grazie @il_lazza

Qualche tempo fa, scrivemmo un articolo completo relativamente all’unlock di tutti gli iPhone stranieri ed oggi, finalmente, si è arrivati…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: