HOTiOS 8 è qui: Ecco tutte le novità del nuovo sistema operativo!

Apple ha appena rilasciato iOS 8, l’attesissimo aggiornamento del sistema operativo per iPhone, iPad ed iPod Touch. Se avete ancora iOS 7 e volete sapere tutto quello che c’è di nuovo in iOS 8, questo è l’articolo che fa per voi, da leggere da cima a fondo.

ios-8-novità

Le novità sono tantissime. Si parte da piccole aggiunte molto semplici, già presenti da anni su altri sistemi operativi ma che finalmente arrivano anche su iPhone ed iPad, fino a funzioni eccezionali, che diventeranno più belle e più potenti giorno dopo giorno con applicazioni specifiche che verranno realizzate nei prossimi mesi.

A primo impatto quindi, iOS 8 potrà sembrare banale, o con migliorie davvero limitate e stupide, ma basterà leggere attentamente questo articolo per capire quanto profondamente sia cambiato al suo interno e sia diventato molto più aperto di prima, ad infinite possibilità.

Foto.

  • L’applicazione “Immagini” cambia nome in Foto.
  • Adesso è più facile ricercare e trovare le proprie immagini attraverso la Ricerca o l’aggiunta ai Preferiti, semplicemente toccando l’icona del cuore che troviamo in ogni foto.
  • Le foto inoltre, vengono smistate in cartelle differenti in base alla loro entità “Aggiunte di Recente”, “Panoramiche”, “Video”, “Moviola”, “Sequenze” e così via.
  • L’eliminzazione delle foto non è più distruttiva: dopo aver selezionato delle immagini da eliminare, queste verranno spostate nell’album “Eliminati di recente”, dal quale potremo ripristinarle oppure eliminarle definitivamente. Questo album funge un po’ come il “cestino” dei computer. Le immagini presenti nel cestino verranno eliminate automaticamente dopo 30 giorni, quindi avremo massimo un mese per ripristinare qualcosa che volevamo cancellare.
  • E’ possibile nascondere le foto dall’applicazione Immagini
  • L’applicazione Foto, permette anche di modificare le immagini. Partendo da semplici funzioni quali tagli e rotazione delle immagini più precise, fino alla scelta dell’esposizione, punti di luce, ombre, luminosità, contrasto, punto di nero, saturazione, colore dominante ed un effetto bianco e nero altamente personalizzabile.
  • Grazie alla funzione “Estensioni” di iOS 8, l’applicazione Fotocamera potrà fare tanto altro ancora, ma affronteremo il discorso nel capitolo dedicato alle Estensioni.

Messaggi.

  • L’applicazione Messaggi viene arricchita di nuove funzioni. In particolare, iMessage diventa più simile a Whatsapp e ci permette di registrare ed inviare messaggi vocali istantaneamente, oppure di scattare foto e video cliccando soltanto un tasto. Il tutto avviene tramite due nuovi bottoni posti sui lati estremi dello schermo e ci basterà tenerli premuti per registrare audio o video.
  • Potremo inoltre condividere la nostra attuale posizione con gli amici e, nelle impostazioni, potremo decidere di tenere attivo il tracciamento della posizione per un certo periodo di tempo in modo tale che gli amici potranno vedere in tempo reale come e dove ci stiamo muovendo. E’ una funzione ottimale nel caso in cui dovessimo raggiungere qualcuno in un determinato luogo senza esserci mai stati prima.
  • E’ ora possibile segnare tutti i messaggi come Già Letti.
  • I messaggi video possono essere creati anche in maniera speciale, ovvero con una durata limitata ad un certo numero di minuti, dopodichè scompariranno.
  • Oltre ai video, anche tutte le conversazioni e i messaggi potranno essere archiviati in maniera automatica dopo 30 giorni oppure dopo u1 anno.
  • Gli SMS e gli MMS tradizionali potranno essere inviati anche da Mac o iPad, sfruttando il proprio iPhone a distanza.

In Famiglia.

  • E’ una funzione davvero molto utile e comoda che permette di collegare tra loro vari account iTunes creando delle dipendenze e condividendo al tempo stesso tutto quello che viene acquistato. Ad esempio, se vostro padre scarica un’applicazione a pagamento, vi ritroverete la possibilità di scaricarla gratuitamente sul vostro iPhone, senza cambiare account quindi senza conoscere il suo Apple ID e password. Lo stesso vale per gli acquisti musicali, di libri e così via.
  • Si condividono in famiglia anche le Foto, con la possibilità di creare “l’Album di Famiglia” in cui inserire (ognuno dai propri dispositivi) le foto scattate insieme. Pensate ad un genitore che crea l’album aggiungendo le foto dei propri figli, con questa funzione anche i figli potranno aggiungere nuove foto allo stesso album direttamente dal proprio iPhone. Con un tap si potranno rivivere i momenti, riguardare i video e così via.
  • Il calendario diventa un agenda a conduzione familiare. Vostra madre potrà far apparire sul vostro calendario degli impegni che avete preso e che sicuramente dimenticherete. Lo stesso potrà fare vostro padre o altre persone in famiglia, creando un’unico calendario per tutti.
  • Ritrovare i propri membri della famiglia diventerà semplicissimo. Con “In famiglia” i tuoi familiari possono vedere dove sei e farti vedere dove sono. Incontrarsi al parco, sapere se papà sta rientrando o tenere d’occhio gli spostamenti dei figli non è mai stato così facile. Stai andando a comprare un regalo e non vuoi rovinare la sorpresa? Un tap e nascondi la tua posizione.
  • Ritrovare un iPhone smarrito diventa semplicissimo e lo si potrà fare direttamente dal proprio iPhone, con il proprio Apple ID inserito anzichè quello della persona che lo ha realmente smarrito.
  • Infine, con “In Famiglia” i figli più piccoli potranno decidere quali giochi acquistare in App Store, ma anzichè pagare direttamente, potranno chiedere l’autorizzazione ad un genitore. Non appena cliccheranno il tasto per il download infatti, sul telefono del genitore collegato, arriverà una notifica con la richiesta di autorizzazione che potrà essere concessa, avviando di fatto l’acquisto, oppure negata.

Estensioni.

  • Grazie alle estensioni, le applicazioni potranno comunicare ed interagire tra di loro. Poniamo subito degli esempi. Immaginiamo di utilizzare Safari per navigare su internet alla ricerca di alcune informazioni. Ci imbattiamo in un sito in inglese, anche se purtroppo non conosciamo la lingua. Grazie alle estensioni, potremo utilizzare le applicazioni App Store installate sul nostro telefono, all’interno di altre. Ne consegue che ci basterà aver installato Bing o Google Translate sul telefono per tradurre istantaneamente (attraverso un solo tasto) l’intera pagina web a cui siamo arrivati, nella nostra lingua originale. Un altro esempio può essere all’interno dell’applicazione Foto. Se scarichiamo un programma di fotoritocco realizzato con le nuove API di Apple, potremo utilizzare i suoi filtri ed i suoi strumenti di modifica anche all’interno dell’applicazione nativa Foto di iOS. Allo stesso modo potremo aprire l’applicazione Contatti ed inoltrare un contatto attraverso Whatsapp, evitando tutta la trafila di dover aprire l’applicazione, trovare la persona a cui inviare il contatto, avviare la conversazione, cliccare il tasto e scegliere il contatto. Anche l’invio di file potrà essere inviato ad applicazioni supportate con un solo click ed in generale potremo sfruttare tutto il meglio di tutte le applicazioni di terze parti, all’interno delle applicazioni native. Questo porta iOS 8 a diventare davvero potentissimo nel giro di poco tempo. Siamo sicuri che gli sviluppatori sfrutteranno al meglio questa possibilità creando cose davvero uniche, migliorando la nostra esperienza d’uso.

QuickType.

  • Alla classica tastiera di Apple, è stata aggiunta una barra superiore che mostra i suggerimenti mentre scriviamo. Riesce ad apprendere, con l’utilizzo, quali saranno le frasi che vogliamo scrivere, prevedendo le parole da digitare. In questo modo potremo fare un solo tap per scrivere una parola lunga, risparmiando tantissimo tempo. QuickType è molto comoda anche per le correzioni, per non farci più lamentare degli errori dell’auto-correttore.

iCloud Drive.

  • Con iOS 8 utilizzare iCloud diventa finalmente più semplice e naturale. Il nostro spazio di archiviazione virtuale diventerà gestibile ed organizzabile attraverso cartelle. Tutti i dati di backup delle nostre applicazioni, finiranno in un’apposita cartella e allo stesso modo potremo archiviare file, documenti, immagini e quant’altro all’interno del nostro spazio, creando cartelle ben organizzate, da ritrovare e riprendere anche sul Mac, iPad e così via. iCloud diventa finalmente più simile a Dropbox, permettendoci di navigare tra i file.

Salute.

  • E’ una nuova applicazione capace di archiviare tutti i dati sulla nostra salute. Frequenza cardiaca, calorie bruciate, glicemia, colesterolo. L’app ci monitorerà e segnerà tutti i progressi che facciamo.me Vale anche per il sonno, la qualità del sonno, le attività fisiche, l’alimentazione, i parametri vitali, le misure corporee e così via. Con un tap avremo sotto controllo tutta la nostra situazione medica, e potremo aggiungerre delle schede segnando anche il gruppo sanguigno o le allergie, che saranno visibili in caso di emergenza sulla nostra schermata di blocco.
  • A sostegno dell’applicaizone Salute, Apple ha creato l’HealthKit, un framework a cui possono interfacciarsi gli sviluppatori di applicazioni per inserire o attingere vari dati dall’applicazione Salute. Ad esempio se usiamo Nike+ o Runtastic, potremo svolgere la nostra quotidiana attività fisica utilizzando sempre queste app, ma passando i dati anche nell’App Salute che traccerà un andamento nel corso del tempo, le calorie bruciate e così via. In poco tempo si creerà un profilo personale a tutto tondo e nessuno meglio del nostro telefono conoscerà meglio il nostro quadro clinico.

Continuity.

  • E’ una funzione che permetterà di utilizzare l’iPhone, l’iPad o il Mac indistintamente. Potremo iniziare la composizione di una mail al computer, ma poi dover uscire di corsa in seguito ad un imprevisto e ritrovare la mail che avevamo iniziato direttamente sul nostro iPhone, dallo stesso punto in cui era stata lasciata. I dispositivi si sincronizzano tra loro in maniera costante e continua, anche la navigazione in un sito web potrà iniziare su un iPad e terminare al computer, la visione di un video, di una mappa, il salvataggio di un contatto, la creazione di un documento iWork e così via.
  • Visto che i dispositivi sono sincronizzati, adesso sarà possibile rispondere alle chiamate in arrivo su iPhone, anche dall’iPad oppure dal Mac! Proprio così, potremo avviare una regolarissima chiamata direttamente dal nostro computer, sfruttando la sim ed il credito (o la promozione) dell’operatore che abbiamo nell’iPhone. Potremo lasciare il telefono in un altra stanza eppure parlare con qualcuno proprio attraverso una regolare chiamata al telefono.
  • Stesso discorso per gli SMS tradizionali e gli MMS. Se fino ad oggi da iPad e Mac potevamo inviare soltanto iMessage, da adesso potremo inviare anche regolari messaggi, e tutti quelli che riceveremo su iPhone, verranno recapitati anche su iPad o al computer.
  • Anche quando ci ritroviamo con un iPad o un computer senza connessione, utilizzando la funzione Instant HotSpot, visualizzeremo il nome del nostro iPhone tra l’elenco delle reti WiFi disponibili e potremo usare i dati 3G dell’iPhone per navigare in internet su un altro dispositivo.

Spotlight.

  • Lo spotlight adesso riesce a cercare istantanemanete molte più cose. Se fino ad oggi lo abbiamo utilizzato soltanto per ricercare contatti, email o applicazioni, con iOS 8 potremo utilizzarlo anche per cercare le notizie principali dal mondo, i luoghi o punti di interesse nei dintorni (come ristoranti, bar etc), le applicazioni all’interno dell’App Store (senza dover aprire l’App Store), la musica su iTunes, i libri da acquistare, i siti consigliati, i Film con le trame, i risultati di Wikipedia e così via.

Centro Notifiche con Widget

  • Il Centro Notifiche è stato semplificato. In particolare è stato rimosso il terzo ed inutile Tab che trovavamo in precedenza quindi adesso nel secondo vediamo tutte le notifiche mentre il primo offre spazio ai Widget.
  • iOS 8 supporta i Widget di terze parti, quindi oltre al meteo, il calendario e la borsa, ogni applicazione App Store potrà aggiungere il proprio widget nel centro notifiche. Pensate all’applicazione eBay mentre monitorate un oggetto che vi interessa all’asta, potrete vedere in ogni momento come procede la vendita, se siete ancora il miglior offerente e così via, direttamente dal centro notifiche con il piccolo Widget.

Safari.

  • Safari adesso permette di utilizzare la modalità Privata soltanto per un singolo tab, anzichè convertire tutti i Tab già aperti
  • Nel box di ricerca di Safari, adesso è integrata la ricerca in App Store, in Mappe e su Wikipedia. Quindi se cerchiamo un film, un bar, un personaggio famoso e così via, otterremo come suggerimento il risultato di ricerca di uno dei servizi inclusi, evitandoci di dover avviare la ricerca su Google, di dover scegliere il risultato migliore e di dover aprire il link.
  • Aggiunta la possibilità di visualizzare i siti in versione Desktop dal proprio iPhone. Molti siti offrono una visuale “mobile” del proprio portale che però ha sempre funzioni ridotte e limitate. Da oggi possiamo scegliere di mostrare la versione desktop con un solo tocco.
  • Scorrendo in basso nella schermata preferiti di Safari, troveremo l’elenco dei siti visitati più spesso.
  • Safari adesso blocca i banner che si aprono automaticamente e che portano all’App Sstore. Se durante la navigazione in un sito web vi è capitato che venisse aperto, senza il vostro consenso, l’App Store, abbandonando l’articolo che stavate leggendo, allora sappiate che questo fenomeno scomparirà perchè Apple ha previsto un nuovo pop-up che dovrete confermare per abbandonare l’applicazione attuale a favore dell’App Store.
  • Su iPad è stata introdotta una nuova funzione che permette di effettuare un pinch sullo schermo all’interno di Safari, in grado di ridurre la finestra fino alla schermata dei tab. Una sorta di Zoom all’indietro che riporta alla schermata con tutti i tab.

Siri.

  • Siri adesso può essere attivato in un nuovo modo. Quando il telefono è in carica, potremo dire “Ehi, Siri” ad alta voce, attivando l’assistente vocale senza premere e tenere premuto il tasto Home.
  • Siri adesso include anche Shazam. Potremo quindi chiedere “Qual è il titolo di questa canzone?” e Siri avvierà l’ascolto individuando per il noi il titolo e le informazioni sull’artista.
  • Siri ci permette ora di acquistare contenuti su iTunes attraverso la nostra voce.
  • Adesso riesce a capire quello che diciamo in maniera istantanea. Mentre prima bisognava pronunciare l’intero messaggio, attendere l’elaborazione e poi aspettare il risultato, adesso vediamo che sia in Siri sia nella dettatura vocale, tutto quello che diciamo viene scritto in tempo quasi reale.

Fotocamera.

  • Nella fotocamera è stato aggiunto un tasto per l’autoscatto. . Potremo decidere di fare foto automatiche dopo 3 secondi oppure dopo 10 secondi. L’iPhone 5S scatterà ben 11 foto in rapida successione permettendoci poi di decidere lo scatto migliore (che in verità potrà essere deciso anche in automatico dal telefono stesso).
  • Nella fotocamera potremo decidere l’esposizione. Semplicemente toccando un punto, avvieremo la messa a fuoco automatica, ma tenendo premuto su quel punto con il nostro dito e spostandolo verso l’alto o il basso, decideremo l’esposizione, aumentando o diminuendo la luce.
  • All’iPad è stata aggiunta la possibilità di scattare foto Panoramiche.
  • Aggiunta anche la funzione Time-Lapse alla fotocamera, per realizzare dei video fantastici basati su foto in rapida successione scattate ad intervalli regolari nel tempo.

Batteria.

  • Entrando in Impostazioni > Generali > Utilizzo, adesso potremo vedere i dettagli sull’utilizzo della batteria. Vale a dire in che percentuale ogni applicazione o il sistema operativo ha influito a scaricare il telefono. In questo modo potremo capire come risparmiare batteria attraverso un miglior utilizzo del dispositivo stesso. Vedremo quanto consumeranno i social network, quanto la luminosità dello schermo o la fotocamera, decidendo di regolarne l’uso di conseguenza.

Notifiche interattive.

  • Con iOS 8 possiamo finalmente interagire con le Notifiche Push. Se ci scrivono un SMS, cliccando sulla notifica faremo apparire una sezione in cui potremo comporre immediatamente la risposta ed inviarla. Nel caso in cui si trattasse di un iMessage invece, potremo anche registrare un messaggio vocale oppure un video, senza nemmeno sbloccare l’iPhone, direttamente dalla piccola notifica in alto. Vale lo stesso per le notifiche del calendario e, qualora gli sviluppatori decidessero di utilizzare questa funzione, potremo ritrovarla anche per Facebook e tante altre applicaizoni.
  • Dalla Lockscreen potremo decidere di eliminare qualche notifiche semplicemente effettuando uno swipe da destra verso sinistra.

Mail.

  • Aggiunte nuove Gestures. Adesso uno Swipe verso destra ci permetterà di segnare l’email come non letta, uno swipe verso sinistra ci darà accesso alle opzioni, ce la farà mettere in Spam oppure eliminare.
  • Quando creiamo una nuova email, in corrispondenza del campo “Oggetto” apparirà un’icona a forma di campana che ci permetterà di aggiungere una notifica per tutte le email di risposta che arriveranno a partire da quel nostro messaggio. E’ utile per i gruppi e se avete disattivato le notifiche per tutte le email, quest’opzione vi permetterà di essere avvisati e di non perdervi pià i messaggi importanti.
  • Se riceviamo un email dove è presente un numero di telefono nella firma, insieme a tutti i dati della persona o dell’azienda che ci ha scritto, iOS 8 riconoscerà automaticamente il numero, mostrandoci un piccolo banner in alto che ci permetterà di aggiungere il numero in rubrica con un solo tocco.

TouchID.

  • Viene finalmente ampliato l’utilizzo del TouchID. Adesso gli sviluppatori potranno sfruttare il suo Framework per integrarne l’utilizzo all’interno di applicazioni. Potremo quindi scaricare applicazioni per proteggere le nostre foto e per nasconderle da occhi indiscreti che potranno essere lanciate soltanto attraverso il nostro dito, oppure utilizzare app come 1Password per archiviare all’interno tutte le nostre password, visualizzabili soltanto con la nostra impronta.

Tastiere.

  • Apple permette agli sviluppatori di realizzare tastiere di terze parti aggiuntive. Si scaricheranno attraverso l’App Store e potranno essere impostate sul telefono. Cliccando la solita icona del mappamondo sulla tastiera di default di iOS, passeremo alla tastiera successiva che potrà essere una SwypeKey piuttosto che una tastiera di Emoji e così via.

FaceTime.

  • L’applicazione è stata snellita e semplificata. Adesso è composta di un’unica sezione.
  • Potremo finalmente mettere in pausa una chiamata FaceTime per risponderne ad un’altra, continuando a vederci in videochiamata non appena agganceremo la seconda chiamata. Con iOS 7 invece, FaceTime viene terminato automaticamente quando rispondiamo ad una chiamata.
  • Potremo effettuare chiamate audio di gruppo completamente gratuite con FaceTime Audio.

App Store.

  • Migliorata la ricerca in App Store, adesso i risultati vengono mostrati a scorrimento verticale con una grafica più stretta ed adeguata.
  • La schermata di ricerca adesso mostra le ricerche più popolari fatte nel nostro paese nelle ultime ore. Così potremo vedere i trends più popolari e trovare applicazioni che in quel momento stanno andando per la maggiore.

Suggerimenti.

  • E’ una nuova applicazione introdotta da Apple, una sorta di manuale informativo dove vengono raccolte le nuove funzioni di iOS 8 e spiegate. In questo modo i meno esperti potranno leggere alcune novità ed iniziare subito ad utilizzarle e metterle in pratica.

Ancora tante novità:

  • Apple ha sostituito Yahoo con The Weather Channel per le informaizoni sul Meteo. Questo ci permette di avere previsioni per più giorni e con tantisimi dettagli in più sull’umidità, la probabilità di pioggia e così via.
  • Facendo un doppio click sul tasto Home, continuiamo a vedere tutte le applicazioni aperte in multitasking ma con una novità: sulla parte superiore, vengono mostrati i contatti con cui abbiamo interagito di recente, potremo quindi chiamarli, inviargli un messaggio o una mail semplicemente cliccando sulla loro faccia.
  • Aggiunti i Tour Flyover attraverso l’applicazione Mappe. Scegliendo Roma ad esempio, visualizzeremo un icona che una volta premuta sorvolerà l’intera città mostrandoci i monumenti dall’alto in un’animazione del tutto automatica e ben fatta. Sono diverse, al momento, le città supportate.
  • Le note adesso sono in formato Rich Text. Supportano inoltre l’inserimento di immagini.
  • Introdotti tanti nuovi sfondi di sistema.
  • Avremo un maggiore controllo sulle applicazioni che richiedono l’utilizzo della nostra posizione. In particolare, potremo concedere a quest’ultime di utilizzare la nostra posizione soltanto quando le apriamo ed utilizziamo oppure in maniera costante anche quando le app risultano in background. Twitter, Facebook, Dropbox e tante altre applicazioni sono in grado di prendere la nostra posizone anche quando sono chiuse, consumando batteria e dati. Potremo quindi finalmente mettere fine a tutto questo.
  • iOS 8 riesce a visualizzare le applicazioni in Lockscreen in base alla nostra posizione. Se ci avviciniamo ad un Apple Store visualizzeremo l’icona dell’app ufficiale in basso a sinistra per un rapido accesso.
  • iOS 8 utilizza Metal al posto di OpenGL come motore grafico. Si arrivano ad ottenere prestazionni grafiche 10 volte migliori rispetto ad iOS 7, con una fluidità e dettagli impressionante, consumando anche meno energia.
  • Il centro di controllo ottiene un cambiamento grafico.
  • Nelle impostazioni viene aggiunta la sezione Schermo e Luminosità, che raccoglie in maniera migliore alcune configurazioni legate alla luminosità ma anche alla dimensione del testo e la possibilità di renderlo più scuro.
  • Introdotta la funzione Internet UE che permetterà di sfruttare una tariffa unificata per la connessione all’estero.
  • Viene ripristinata la foto dei contatti a tutto schermo quando riceviamo una chiamata.
Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: