HOTWhatsApp si aggiorna e migliora la sicurezza: da oggi le conversazioni sono criptate end-to-end!

Immagine per WhatsApp Messenger

WhatsApp Messenger

WhatsApp Inc.
Gratuiti

Whatsapp ha sicuramente impiegato molto più tempo rispetto ai concorrenti ma oggi è stato ufficialmente annunciato che tutte le conversazioni le foto ed i file che si inviano tramite Whatsapp risultano criptati end-to-end. Già in passato era presente una crittografia ma la nuova misura di sicurezza sviluppata in collaborazione con Open Whisper System è più accurata e completa  in più sono stati aggiunti i tool che avvisano ogni persona quando una conversazione è criptata o meno.

whatsapp sicurezza

Questo significa che come iMessage e Telegram, i nostri dati risultano al sicuro e sono visibili soltanto dal nostro telefono o quello dell’interlocutore. Non è possibile accedere a questi messaggi tramite altri sistemi e nemmeno dall’azienda stessa che sta dietro Whatsapp.

Da quando Whatsapp è stata acquisita da Facebook molte persone hanno temuto per la propria Privacy e sicurezza ma adesso le conversazioni criptate end-to-end e gli strumenti che ne verificano il corretto funzionamento, eliminano ogni timore, proprio come eliminano la possibilità di essere intercettati.

Il nuovo aggiornamento di sicurezza è in fase di rollout per tutti e metterà al sicuro 1 miliardo di persone. Per confermare l’avvenuta attivazione, mentre scriverete in una conversazione vi apparirà un avviso come questo:

whatsapp crittografia sicurezza end-to-end

Ecco quanto si può leggere sul blog ufficiale di Whatsapp:

La privacy e la sicurezza sono nel nostro DNA

Fin dal primo giorno, abbiamo costruito WhatsApp per aiutare a rimanere in contatto con amici, condividere informazioni di vitale importanza durante disastri naturali, rimettere in contatto famiglie separate, o cercare una vita migliore. Alcuni dei momenti più personali sono stati condivisi su WhatsApp, motivo per cui abbiamo costruito la crittografia end-to-end nelle versioni più recenti della nostra applicazione. Quando crittografati end-to-end, messaggi, foto, video, messaggi vocali, documenti e chiamate non possono finire nelle mani sbagliate.

Sicurezza di default

La crittografia end-to-end di WhatsApp è disponibile quando tu e i destinatari dei tuoi messaggi utilizzate le ultime versioni della nostra applicazione. Molte applicazioni di messaggistica criptano i messaggi solo tra te e loro, mentre la crittografia end-to-end di WhatsApp assicura che solo tu e la persona con cui stai comunicando possiate leggere ciò che viene inviato, e che non ci sia nessuno nel mezzo, nemmeno WhatsApp. Ciò avviene perché i messaggi sono protetti con un lucchetto, e solo tu e il tuo destinatario avete la chiave speciale necessaria per sbloccarli e leggerli. Per una maggiore protezione, ogni messaggio inviato ha un proprio lucchetto e una propria chiave unici. Tutto questo avviene automaticamente: non c’è bisogno di attivare alcuna impostazione o creare speciali chat segrete per proteggere i messaggi.

Parlare liberamente

Le chiamate WhatsApp permettono di parlare ad amici e famigliari, anche se si trovano in un altro Paese. Proprio come per i messaggi, le chiamate WhatsApp sono crittografate end-to-end cosicché WhatsApp e terze parti non possano ascoltarle.

I messaggi rimangono con te

I tuoi messaggi dovrebbero restare nelle tue mani. Ecco perché WhatsApp non memorizza i messaggi sui nostri server una volta consegnati, e, in ogni caso, con la crittografia end-to-end WhatsApp e terze parti non possono leggerli.

Vedere per credere

WhatsApp consente di verificare che le chiamate che effettui e i messaggi che invii siano crittografati end-to-end. Basta cercare l’indicatore nelle info contatto o info gruppo.

Per tutti i dettagli

Leggi la spiegazione tecnica approfondita circa la crittografia end-to-end di WhatsApp, sviluppata in collaborazione con Open Whisper Systems.

Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: